DI LIVIO A FV, A UDINE UNA GARA INUTILE. ORA ITALIA SIA ESEMPIO

17.03.2020 13:30 di Niccolò Santi Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
DI LIVIO A FV, A UDINE UNA GARA INUTILE. ORA ITALIA SIA ESEMPIO

"È un momento veramente delicato per il nostro paese". A dirlo in esclusiva ai microfoni di FirenzeViola.it è l'ex centrocampista e capitano della Fiorentina, Angelo Di Livio. "La cosa più importante - continua - è rispettare le regole cercando di rimanere a casa e di uscire solo per emergenze. Dobbiamo essere perfetti perché la situazione è molto preoccupante, tutti possiamo fare qualcosa".

Di Livio, l'ha sorpresa il fatto d'aver giocato lo scorso turno di Serie A?
"Sì, credo che si dovesse essere più precisi: al primo accenno di questo virus avremmo dovuto fermare il campionato. Siamo un paese che ancora non è pronto, purtroppo o per fortuna, a determinate situazioni pericolose. Quindi per me il calcio è stato fermato un po' tardi".

La partita tra Udinese e Fiorentina è sembrata quasi non avere senso... 
"È stata letteralmente inutile, anche i giocatori erano preoccupati per la situazione. Non c'erano con la testa. Ecco perché ti dico che con un po' più di testa si dovevano fermare i campionati prima".

La Fiorentina è stata praticamente la prima squadra a sospendere gli allenamenti, ha fatto bene?
"Assolutamente sì, e prima di ricominciare ci deve essere la certezza matematica che non si corrano rischi. Altrimenti lo sport in generale si deve fermare: gli atleti non possono avere contatti tra loro". 

A proposito di contagiati, qualche viola è già risultato positivo. 
"Mi auguro che al più presto si possano rimettere tutti, poi si ricomincerà. Perché sono sicuro che questo momento passerà. Noi italiani dobbiamo dare un grande esempio agli altri paesi".

Ovviamente gli atleti, a casa, devono cercare di mantenersi in forma. Ma come?
"Chi ha la fortuna di disporre di tapis roulant e cyclette puoi allenarsi senza problemi, sennò ci si adegua con addominali, flessioni e piegamenti sulle gambe. Oggi, poi, gli sportivi sono fortunati perché hanno la possibilità di fare le video-chiamate con i preparatori e possono essere seguiti anche da casa. Ma sono importanti pure le diete, perché mangiare regolare è alla base. Gli atleti non possono sforare, a differenza di noi ex... (ride, ndr)".

Probabilmente l'Europeo verrà rinviato, mentre il campionato ripartirà nella prima metà di maggio. È d'accordo?
"Sì, l'Europeo in questa situazione potrebbe far solo ricominciare tutto da capo, visto che arriveranno tante nazionali a sfidare l'Italia. Inoltre il campionato è, calcisticamente, la priorità mentre l'Europeo si farà tranquillamente più avanti".