AG. MIRALLAS A FV, È SOLO L'INIZIO PER KEVIN: AMA FIRENZE. E SUL SUO FUTURO...

Esclusiva di Firenzeviola.it
10.12.2018 13:00 di Andrea Giannattasio Twitter:   articolo letto 6933 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
AG. MIRALLAS A FV, È SOLO L'INIZIO PER KEVIN: AMA FIRENZE. E SUL SUO FUTURO...

Una manciata di apparizioni prive di sussulti, prima della grande liberazione. Quella che può definitivamente dargli la svolta. L’uomo del momento in casa viola, quello che ha risvegliato dal torpore i tifosi con il suo diagonale decisivo al 96’ ieri a Reggio Emilia, è senza dubbio Kevin Mirallas, il cui impatto nella gara contro il Sassuolo è stato determinante per risollevare la Fiorentina da un ko che sembrava ormai certo. Per fare il punto sulla prima parte di stagione vissuta in maglia viola dall’esterno belga, Firenzeviola.it ha contattato in esclusiva il manager dell’ex Everton, Christophe Henrotay.

Henrotay, partiamo dalla fine: il gol liberazione di ieri a tempo scaduto.
“Bello, davvero. Però penso che sia stata una rete molto più importante per la squadra che per Kevin. Ogni attaccante sogna sempre di segnare e Mirallas è sicuramente soddisfatto di quanto fatto ieri: la gioia di ieri gli può certamente dare sicurezza nei propri mezzi e ancora più entusiasmo. Spero per lui che sia solo l’inizio, che il gol di ieri sia uno stimolo a fare ancora di più”.

Come valuta fin qui l’annata di Kevin a Firenze?
“Abbiamo deciso in estate di scegliere la Fiorentina perché è un grande club e Kevin non aveva mai giocato in Italia. È molto contento della scelta che ha fatto, lavora ogni giorno dando il massimo e cercando di aiutare la squadra quando è impiegato sul campo. Adesso non pensa al suo futuro”.

Crede che i tifosi viola ancora non abbiano visto di che pasta è fatto il vero Mirallas?
“Sì, certo: Kevin ha ancora tantissimo da dare. In questi mesi ha dovuto adattarsi al nuovo calcio e alla sua nuova squadra per cui sono certo che nei prossimi mesi i tifosi inizieranno a vedere passo dopo passo quali sono le sue qualità. Kevin è molto motivato perché ama l’Italia e Firenze in maniera particolare: vuole convincere tutti di essere utile sempre alla Fiorentina”.

Diceva prima che Kevin non sta pensando al futuro: eppure una riflessione il giocatore l’avrà fatta…
“No, nessuno ha ancora parlato con noi per discutere di cosa sarà l’anno prossimo di Mirallas. È naturale che questo non sia avvenuto, visto che ancora non è riuscito a segnare un numero significativo di gol. Ne parleremo alla fine della stagione, non prima. Adesso Kevin deve mostrare di essere un giocatore importante per la Fiorentina, poi ci sederemo ad un tavolo e inizieremo a parlarne”.