HIRSCH, Fiducioso che progetto vada avanti bene

29.06.2022 14:57 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
Fonte: dagli inviati Andrea Giannattasio e Luciana Magistrato
HIRSCH, Fiducioso che progetto vada avanti bene

David Hirsch, architetto del progetto ARUP, vincitore per il restyling del Franchi, è intervenuto prima del convegno "Lo stadio di Pier Luigi Nervi e il Campo di Marte" alla stampa presente, tra cui FirenzeViola.it: "Spero che si parli bene del concorso sul Franchi, che è stata un'opportunità per la città e non solo per noi di sfidarci su un progetto così complesso e ambizioso. Penso sia un'occasione interessante di confronto".

Che cos'è cambiato da Palazzo Vecchio nella vostra progettazione?
"Abbiamo consegnato quello che doveva essere il completamento del progetto di fattibilità tecnico-economica. I concorsi sono momenti in cui gli architetti lavorano da soli, poi abbiamo iniziato un percorso di condivisione, di aggiornamento, di miglioramento, sempre mantenendo lo spirito del progetto che ha vinto. E' un processo, si va avanti per passi, stiamo andando a pieno ritmo. Siamo riusciti a finire addirittura prima del previsto, sono fiducioso perché il progetto sta andando avanti bene".

Pensate di riuscire a rientrare nelle tempistiche?
"Al momento ce l'abbiamo fatta. Abbiamo consegnato un primo pezzo, stiamo aspettando l'esito della conferenza dei servizi... Stiamo mettendocela tutta e, insieme alla determinazione del Comune, non c'è motivo per pensare il contrario".

Teme che ci sia qualche prescrizione che possa allungare i tempi?
"Non ci risulta al momento, ma stiamo aspettando l'esito formale. C'è stato un primo dibattito insieme ai vari dipartimenti interessati e non sono emerse grandi complicità, siamo positivi".

Di che cosa va più fiero della progettazione?
"Credo che sia molto adatto a Firenze perché è molto rispettoso dell'edificio esistente ed è anche molto rispettoso del paesaggio, per questo forse si differenzia dagli altri per non entrare a gamba tesa sullo skyline di Firenze, particolarmente fragile, che non può essere violentato da nulla che gli cambi l'equilibrio. Questa è la cosa più importante da difendere del progetto, oltre al fatto che risponde ai requisiti. Sappiamo essere di maggiore qualità per spettatori, fan e squadra".

Ha avuto qualche contatto con la Fiorentina?
"E' stato presentato il lavoro prima di andare in conferenza dei servizi, è stato un passaggio che abbiamo fatto e che ha voluto il sindaco. Siamo a disposizione per lavorare insieme".