MOVIOLA, Smisurato il rosso. Rigore più no che sì

23.02.2020 08:15 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: Gazzetta dello Sport
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
MOVIOLA, Smisurato il rosso. Rigore più no che sì

Non sono pochi gli episodi dubbi della sfida di ieri sera tra Fiorentina e Milan. La Gazzetta dello Sport cerca di analizzarli tutti nella consueta moviola. Al 35' il primo vero episodio: Ibrahimovic segna un gran gol viziato da un presunto tocco di mano. È corretto annullarlo in base ad una delle nuove regole più discusse. Al 56' Rebic sblocca la gara, ma prima c'è un fallo evidente di Conti su Castrovilli: l'arbitro non fischia. Al 60' spallata di Dalbert a Ibrahimovic poco prima della linea dell'area: per Calvarese è giallo ma dopo aver rivisto l'episodio sceglie il rosso. L'arbitro valuta l'azione come chiara occasione da rete ma lascia dubbi per l'intensità della spinta e per il fatto che il pallone sembra andare verso l'esterno. E in precedenza c'era anche un altro fallo non sanzionato a Conti su Chiesa. All'84' altro episodio decisivo: Romagnoli tocca il pallone prima di un contatto con Cutrone e l'arbitro assegna rigore ai viola. Decisione che non convince. Infine Theo Hernandez spinge vistosamente sotto gli occhi dell'arbitro Vlahovic, ma si prende solo il giallo: una decisione più dura non sarebbe stata fuori luogo. La rosea assegna all'arbitro il voto di 4,5.