L'OTTAVO UNDICI DIVERSO, LA GRANA SUDAMERICA E UNA SINTONIA DA (RI)TROVARE

20.10.2021 19:30 di Mattia Verdorale Twitter:    vedi letture
L'OTTAVO UNDICI DIVERSO, LA GRANA SUDAMERICA E UNA SINTONIA DA (RI)TROVARE
FirenzeViola.it
© foto di Image Sport

Il risultato finale del Penzo ha portato più ombre che luci in casa Fiorentina. Come ha detto anche Vincenzo Italiano nel post partita "la squadra è stata poco incisiva negli ultimi 15-20 metri" e sull'unica indecisione il Venezia ha sbloccato la gara, tenendo bene il risultato. A margine della sconfitta resta il fatto che la formazione iniziale, orfana dei nazionali, non ha pagato e probabilmente non ha rispettato le aspettative dell'allenatore. C'è da sottolineare che le prime scelte, se non erano obbligate, poco ci manca, a causa della corsa contro il tempo che i sudamericani sono costretti a fare ogni volta che tornano dalle rispettive nazionali.

Anche lunedì sera Italiano ha dovuto fare a meno di tre titolari, che in condizioni normali, o con almeno due giorni di recupero, sarebbero partiti sicuramente dall'inizio. Attualmente è difficile privarsi di uno come Nico Gonzalez che spacca le difese, altrettanto complicato è essere costretti a lasciar fuori entrambi i registi della squadra (Pulgar e Torreira), e infine non poter schierare Martinez Quarta dietro, forse l'unico che, per caratteristiche, riesce a tenere la linea della difesa più alta come piace al tecnico. Fatto sta che, o per esigenza o per scelta, per l'ottava volta in stagione in altrettante partite, Italiano ha schierato una formazione titolare diversa.

Per questo diventa lecito chiedersi se tutto ciò porti a non trovare la giusta sintonia e continuità all'interno della squadra e a coloro che sono chiamati a scendere in campo dall'inizio. Cambiare e alternare gli interpreti è una caratteristica che il tecnico ha mostrato anche quando era allo Spezia, nel tentativo di far sentire tutti allo stesso pari, cercando di coinvolgere tutto il gruppo. Al mister, che anche nella sua esperienza in viola, è riuscito nel suo intento di recuperare molti giocatori che sembravano ai margini, spetta l'ulteriore compito di trovare la giusta sintonia che probabilmente sta mancando.