IN CORSA

12.09.2020 00:00 di Tommaso Loreto Twitter:    Vedi letture
IN CORSA

I tempi del mercato, e quelli del campionato, sono sempre stati diversi e se l'inizio della stagione è stato fissato per la prossima settimana anche la chiusura delle trattative è stata ritardata al 5 ottobre, come ds prassi consolidata si tornerà a giocare in piena bagarre da calciomercato. Un rito che si replica ormai da anni, con la maggior parte della squadre che una volta terminata la preparazione si ritrovano in campo mentre i dirigenti affilano le strategie per gli ultimi giorni di mercato. 

Chiaro che la Fiorentina non faccia eccezione, tanto che a una settimana esatta dal via ufficiale e dalla gara con il Torino Iachini sa già che la sua squadra è destinata a cambiare volto da qui al termine delle trattative. E allora non c'è da stupirsi se soprattutto in attacco sia partita la corsa alla maglia da titolare visto che, come ha ricordato lo stesso Pradè, sono in cinque gli attaccanti a disposizione del tecnico. 

E così mentre Iachini ha già dato la sensazione di considerare Chiesa un esterno a tutta fascia (almeno ieri quando è entrato è lì che è stato schierato) le indicazioni arrivate dall'amichevole di ieri fanno pensare a una coppia Ribery-Kouamè che sulla carta parte in vantaggio su Vlahovic e Cutrone. La risposta dei più giovani? Cinque gol e una sintonia che fa ben sperare in vista di una settimana, la prossima, dalla quale uscirà la prima formazione ufficiale della stagione.