IL 2010 VIOLA, Luglio-Agosto

25.12.2010 18:00 di Cristina Guerri   Vedi letture
© foto di Giacomo Morini
IL 2010 VIOLA, Luglio-Agosto

Per la Fiorentina il mese di luglio comincia con la prima conferenza stampa del suo ex allenatore, Cesare Prandelli, presentato nella sede della Figc di Via Allegri come nuovo commissario tecnico della Nazionale. "A Firenze ho scritto parole dettate dal cuore, la ringrazio ancora. E' la mia città e lo sarà per sempre".

2/7 - In Sudafrica, intanto, si gioca ancora il Mondiale. Ma in Italia, i quotidiani sportivi parlano più che altro di calciomercato.  E scoppia la polemica contro la Figc sulla decisione di abbassare il numero degli extracomunitari. Situazione che cambia gli scenari di Pantaleo Corvino. "La diminuzione degli extracomunitari tesserabili è una brutta notizia, mi lascia perplesso e rammaricato. Credo -aveva detto il diesse viola- che rispetto ad altri paesi come Spagna , Francia ed altri questo cambiamento rappresenti per il campionato italiano uno svantaggio, dal punto di vista dello spettacolo e da quello della competitività. E' un peccato per lo spettacolo dover rinunciare ai giocatori di livello internazionale, quando in altri campionati europei come quello spagnolo la tendenza è quella di aumentare il numero degli extracomunitari tesserabili".

10/7 - Va in scena il primo "Pantaleo Corvino Show" della storia nella cornice dell'Estate Viola. Il diesse viola si risponde alle domande dei cronisti presenti, ma non solo. Anche il pubblico, infatti, può dire la sua al direttore. "Il progetto viola continua, ma non solo", diceva Corvino. "Ripartiamo con più vigore di prima e i numeri lo dimostrano. Il legame dei Della Valle con questa città è sempre più forte e la mia presenza qua lo testimonia, così come gli investimenti sul mercato".

14/7 - Prima della partenza per Cortina (a proposito, erano questi i convocati dal tecnico serbo: Avramov, Frey, Luciani, Miranda, Camporese, Felipe, Gamberini, Kroldrup, Natali, Comotto, De Silvestri, Gulan, Pasqual, Agyei, Bolatti, D'Agostino, Montolivo, Zanetti, Carraro, Ljajic, Marchionni, Papa Waigo, Santana, Vargas, Babacar, Di Carmine, Gilardino, Jovetic, Mutu, Seferovic. Bolatti, Kroldrup, Montolivo e Gilardino -i quattro viola impegnati al Mondiali- si aggregheranno al gruppo solo il 26 luglio), sede della prima parte del rtiro, il neo tecnico viola, Sinisa Mihajlovic, accompagnato da alcuni giocatori ha salutato i tifosi nella cornice dell’Estate Viola. "Se arriverà qualcuno bene, altrimenti andiamo già benissimo così. Sono certo che con l’aiuto dei tifosi torneremo in Champions. Tutte le squadre che verranno a Firenze dovranno lottare alla morte".

16-7 - Sono state presentate le nuove maglie della Fiorentina per la stagione 2010/2011. Sinisa Mihajlovic ha parlato del messaggio "Il calcio è divertimento", sopra le nuove maglie. "La passione in questo sport è tutto anche per coloro che arrivano ad alti livelli. Quello del calciatore è il lavoro più bello del mondo e uno dei segreti per vincere è quello di divertirsi, senza pensare alle conseguenze di una sconfitta. Con la testa libera si gioca meglio. Il calcio -aggiunge- non andrebbe preso così tanto sul serio, anche se ce ne sono tanti di soldi in giro. In più il calcio in Italia è considerata la cosa più importante del mondo anche se ci sono cose veramente più importanti. Reputo la scritta giusta”.

19/7 - Arrivano le prime parole da giocatore della Fiorentina di Artur Boruc, secondo acquisto della stagione. "Sono arrivato alla Fiorentina per giocare".

29/7 - Primo bilancio di Mihajlovic durante l'ulima conferenza stampa ampezzana. "Sono molto contento, io sto bene e sono soddisfatto. L'unico problema è che non ho avuto tutti a disposizione, i nazionali sono arrivati dopo e per noi sono importantissimi. Tatticamente, quindi, qualcosa dovremo rifare anche con loro, ma questo aiuterà anche gli altri a riipassare, servirà ad entrare sempre di più in sintonia con me. Comunque sono contento, perchè vedo dei piccoli passettini avanti ogni giorno".

2/8 - Inizia, in quel di San Piero a Sieve, la seconda parte del ritiro per la Fiorentina.

3/8 - Brutta tegola in casa Fiorentina. In uno scontro di gioco col compagno di squadra Bolatti, si infortuna al ginocchio destro Stevan Jovetic. Il talento montenegrino riporta una lesione al legamento crociato anteriore e al legamento collaterale esterno del ginocchio. Necessaria dunque l’operazione chirurgica. Lunghissimi i tempi di recupero, previsti in 6/7 mesi.

4/8 - Andrea Della Valle fa visita alla squadra e chiude le porte sul possibile arrivo di un sostituto dell'infortunato Jovetic. "Abbiamo Ljajic, e soprattutto Mutu. Per noi è incedibile, era sul mercato prima adesso non più. Non siamo sul mercato per quel ruolo, poi vedremo. Contano gli stimoli, vedere tanto entusiasmo fa piacere e comunque il mercato è ancora lungo. L'obiettivo è tornare in Europa dopo una stagione in purgatorio".

7/8 - Primo test di spessore per la nuova Fiorentina. I viola volano a Londra, l'avversario è il Tottenham. Al White Hart Lane, gli Spurs sconfiggono la Fiorentina per 3-2.  Viola in vantaggio 2 volte con Gilardino (7') e Ljaijc (35'), avversari capaci di rispondere con Pavlyuchenko (29') e Dos Santos (56') prima della rete decisiva di Keane (88').

18/8 - Seconda amichevole di lusso per Mihajlovic, che incontra il Valencia. I viola reggono solo il primo tempo al Mestalla, dove gli spagnoli vincono 2-0 grazie ai gol di Soldado e Arduriz nella ripresa. Dalla gara, iniziata con un po’ di ritardo a causa di un concerto del pre-partita, sono emerse buone indicazioni dal portiere Boruc, che rende sempre più viva la concorrenza con Frey.

26/8 - Viene presentato alla stampa l'ultimo dei tre colpi del mercato viola: Alessio Cerci. L'esterno mancino firma un contratto quinquennale (alla Roma vanno 4 milioni di euro). Queste le sue prime parole. "E' stato difficile lasciare Roma, ma adesso per me inizia una nuova vita e una nuova avventura. Per questo ringrazio ancora Corvino che ha fatto di tutto per portarmi a Firenze."

20/8- Inzia il campionato di Serie A. La Fiorentina ospita il Napoli. La partita termina 1-1. I partenopei passano in vantaggio  con una rete inesistente di Cavani, nella ripresa pareggia la Fiorentina con D'Agostino. Viene espulso Vargas.