DL SEMPLIFICAZIONI, Perché non c'è il Franchi

08.07.2020 09:45 di Giacomo A. Galassi Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
DL SEMPLIFICAZIONI, Perché non c'è il Franchi

Per vedere l'operazione Artemio Franchi sbloccarsi Firenze e la Fiorentina dovranno attendere ancora. Il Decreto Semplificazioni che il Governo sta portando avanti e che in questi giorni sta venendo fuori non comprende le norme per la semplificazione in materia di stadi e strutture sportive (leggi qui). Niente che però non fosse già previsto.

Il decreto deve essere ancora completato con una serie di emendamenti fondamentali, soprattutto per quanto riguarda la questione stadi. Uno degli emendamenti sarà infatti quello portato avanti dalla deputata fiorentina Rosa Maria Di Giorgi che prevede la modifica al Codice dei beni culturali e che dovrebbe ridefinire alcune istanze attraverso cui le Soprintendenze valuteranno i progetti. Tra queste sarà inserita quella della valutazione del mantenimento delle funzioni e della sostenibilità economica dell'impianto stesso. Così che esista l'esigenza di lasciare "la destinazione funzionale prevalente mantenendo gli elementi strutturali e architettonici strettamente necessari alla conservazione, consentendo per il resto la libera demolizione, trasformazione o ricostruzione al fine di consentire la gestione economicamente e ambientalmente sostenibile dell’impianto sportivo". Il tutto dovrebbe arrivare vicino alla conclusione dopo l'estate.