COMMISSO, Il profilo del magnate italo-statunitense

25.05.2019 10:05 di Giulio Falciai   Vedi letture
COMMISSO, Il profilo del magnate italo-statunitense

Rocco Commisso, imprenditore italiano naturalizzato statunitense e magnate della comunicazione italo-americana, originario per la precisione della cittadina costiera della Locride, è considerato, sempre secondo alcune voci, uno dei possibili acquirenti della società di calcio della Fiorentina
Laureatosi alla Columbia University, oggi Commisso è il proprietario di Mediacom, una società con base nella città di New York e quinto gruppo di TV via cavo in America. Quest'ultima è la punta apicale di un business che ha portato l'imprenditore italo-statunitense, secondo la rivista Forbes, a godere di un patrimonio stimato in 4,5 miliardi di dollari a soli 23 anni dalla fondazione dell'azienda.

Con una carriera professionale avviata principalmente nel settore bancario, Rocco Commisso è stato anche Chief Financial Officer della Cablevision Industries, azienda poi ceduta, esattamente nel 1995, alla Time Warner.
L'imprenditore, possibile acquirente della Fiorentina, è già entrato nel mondo del calcio. Infatti, nel gennaio del 2017, è diventato azionista di maggioranza di un club: i New York Cosmos, il club che 40 anni fa cercava di lanciare il calcio negli Stati Uniti, oggi nella NASL statunitense.

Commisso, quindi, aveva già provato a cambiare la concezione di questo sport negli USA, proponendo l'introduzione di retrocessioni e promozioni, e ora potrebbe provare a farlo in Italia, con il club del capoluogo toscano.
La scorsa estate, l'imprenditore originario di Marina di Gioiosa Ionica, era ad un passo sull'acquisto del Milan ma il tutto poi non si fece. A confermarlo sono anche le sue parole, dello scorso luglio, a Sky Sport: "Quello che è stato detto è basato sui fatti. Ho lavorato su questo affare per tanto tempo ed eravamo veramente vicini a firmare un contratto preliminare che avrebbe permesso di andare avanti per l’acquisizione del team”.
Vedremo se in questi giorni il magnate ritenterà un nuovo assalto ad un club italiano, magari alla Fiorentina.