CALVARESE, Precedenti negativi e caso Cuadrado

24.09.2020 15:30 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: a cura di Alessandro Di Nardo
© foto di Alessandro Garofalo/Image Sport
CALVARESE, Precedenti negativi e caso Cuadrado

Sarà Gianpaolo Calvarese a dirigere il match di sabato tra Inter e Fiorentina. Il fischietto della sezione di Teramo torna ad arbitrare il club viola a sette mesi di distanza: l’ultimo precedente a porte aperte risale a fine febbraio. Al Franchi finì in pari tra la Fiorentina dell’allora neo-tecnico Beppe Iachini ed il nuovo Milan targato Ibra: proprio lo svedese fu protagonista dell’episodio più controverso del match, un gol annullato a fine primo tempo per un presunto controllo di mano dello svedese che causò diverse polemiche in casa Milan. Dopo il vantaggio dell’ex-viola Ante Rebic, la Fiorentina riuscì a pareggiare grazie ad un rigore (stavolta senza troppe polemiche) conquistato dall’ex Cutrone e realizzato da Erick Pulgar. Un precedente abbastanza burrascoso quindi per Calvarese, che in generale non ha un grande score con la Fiorentina: delle 14 partite dirette dall’arbitro di Teramo, la Fiorentina ha conquistato 5 vittorie, 5 pari e 5 sconfitte, ma l’ultimo successo risale ad ormai 5 anni fa (2 a 0 al Bologna). Tornando ancora indietro nel tempo, Calvarese è passato alla recente storia del club viola anche per non aver concesso un rigore per fallo di Inler su Cuadrado in un Fiorentina-Napoli del 2013, finito 2-1 per i partenopei. Non dobbiamo tornare invece molto indietro cronologicamente per trovare l’ultima volta che la Fiorentina e Calvarese si sono ritrovati in campo: lo scorso giugno infatti, nel concitato Lazio-Fiorentina, era proprio Gianpaolo Calvarese il quarto uomo, mentre a dirigere l’incontro fu Fabbri, contestato aspramente per il rigore concesso alla Lazio per presunto fallo di Dragowski su Caicedo, episodio che diede la vittoria ai biancocelesti e scatenò la rabbia del club gigliato.