BOLOGNA-FIORENTINA RINVIATA FRA FANTACALCIO E SCIENZIATI

01.02.2012 10:40 di  Simone Bernabei   vedi letture
BOLOGNA-FIORENTINA RINVIATA FRA FANTACALCIO E SCIENZIATI
FirenzeViola.it
© foto di Alberto Fornasari

Non ci sono più dubbi. Giocare Bologna-Fiorentina il primo di febbraio al Dall’Ara non è possibile a causa della neve. Già l’1 febbraio del 2009, infatti, la partita fra i viola ed i felsinei fu rinviata a causa delle ingenti nevicate cadute sul capoluogo emiliano. E fu recuperata il giorno successivo, per la gioia di tutti i tifosi, locali e non. Per la cronaca, comunque, la Fiorentina vinse 3-1. Questa sera, intanto, la partita non si giocherà. Adesso è ufficiale. Lo sapeva Behrami (a proposito: sarà l’unico a credere che chi fa i calendari sia uno scienziato? Leggi qui), lo sapeva De Silvestri e pure il magazziniere, impegnato a giocare a palle di neve fuori dall’hotel sede del ritiro anziché a preparare… le tute da sci per stasera. Per l’ora della partita, le previsioni prevedevano accumuli di neve consistenti, oltre i 30 cm, con temperature in picchiata con lo scorrere della gara. L’ideale, tanto per i muscoli dei giocatori, quanto per gli spettatori, coloro cioè che dovrebbero essere i fruitori del “servizio calcio”.
Ieri sera lo spettacolo è cominciato: Parma-Juventus è stata, immaginiamo, solo la prima delle gare di serie A rimandate a causa della neve. Oggi andrà in scena il secondo tempo. Certo alcune squadre sono state lungimiranti e hanno provveduto a coprire con dei teloni il campo, ma questo basterà a mandare avanti lo show? A giudicare da ieri sera, sembra proprio di no. Il problema, infondo, non è tanto il campo, quanto piuttosto ciò che gli sta intorno. Gli spalti ghiacciati, le strade ricoperte di neve, le temperature siberiane.

Bologna-Fiorentina e Siena-Catania sono state rimandate, a rischio anche Inter-Palermo. Gli interrogativi sul come e con quali priorità vengano stilati i calendari di serie A vengono spontanei, e li lasciamo alla sensibilità di ciascun lettore. L’unico vero problema che ci sentiamo di mettere in evidenza riguarda ancora una volta i tifosi. “Chi schierare al fantacalcio?”, si chiederanno tutti i fantallenatori d’Italia. Bhè, per le partite rimandate, i giocatori avranno il classico 6 politico. Che per qualcuno non è male. Per gli altri tutto normale, anche se c’è da scommettere che terreni come quelli del Dall’Ara di questa sera non sarebbero certamente ideali per giocatori leggeri come, ad esempio, Adem Ljajic (è solo un esempio, non ce ne voglia) o quello di San Siro per Fabrizio Miccoli. Per questo, ci sentiamo di sconsigliare un suo impiego. Gli scienziati tirati in ballo da Behrami, sono riusciti ad inquinare anche questo gioco. E attenzione, nel week end si replica…con l’aggravante delle temperature in caduta libera. Meglio pensare, allora, alle buon vecchie gare pomeridiane di fine agosto. Li si che non c’è rischio rinvio… e gli animi si riscaldano un po', magari. Ma siamo proprio sicuri che i tifosi non abbiano diritto di parola a riguardo?