VIVIANO A FV, SOGNO DI ALLENARE LA FIORENTINA. SPEZIA E TORREIRA...

18.02.2021 16:00 di Giulio Falciai   Vedi letture
VIVIANO A FV, SOGNO DI ALLENARE LA FIORENTINA. SPEZIA E TORREIRA...
FirenzeViola.it
© foto di Federico Gaetano

La Fiorentina sta affrontando uno dei suoi peggiori momenti di questi ultimi anni. La formazione di Cesare Prandelli non trova l tre punti in campionato ormai da quasi un mese e proprio per questo contro lo Spezia ha l'obbligo di tornare alla vittoria per allontanarsi sempre di più dalla zona retrocessione. Per commentare questo periodo difficile dei viola la redazione di FirenzeViola.it ha contattato, in esclusiva, l'ex portiere della Fiorentina, e grande tifoso viola, Emiliano Viviano.

Come sta andando questa sua avventura in Turchia?
"Sta andando molto bene. Ho avuto un piccolo infortunio settimana scorsa ma adesso sono già guarito. Mi piace il campionato e mi piace la città. Non posso dire di non essere felice di aver fatto questa scelta".

Come giudica la stagione della Fiorentina fin qui?
"Sapevamo tutti che sarebbe servito un po' di tempo perché quando si ricostruisce il tempo è fondamentale. Allo stesso tempo però ci aspettavamo tutti di essere un poì più avanti in classifica. Non dobbiamo fare drammi ma dobbiamo unirci tutti e stare vicini alla squadra".

La Fiorentina è uscita sconfitta dalla gara contro la sua ex squadra, la Sampdoria.
"Non si meritava di perdere domenica scorsa. La Fiorentina ha giocato bene, anche meglio della Sampdoria. Quando le cose non vanno bene tutte le cose che possono essere positive diventano negative. Serve maggiore fiducia".

Che gara si aspetta venerdì contro lo Spezia?
"Sarà una partita difficle perche i liguri sanno giocare bene a calcio. Spero che loro siano soddisfatti della vittoria contro il Milan e che quindi siano più contenuti. A livello di valore dei calciatori la Fiorentina è più forte e quindi è obbligata a vincere. Secondo me Prandelli deve continuare su questa strada".

Quanto è importante Dragowski per questa Fiorentina?
"A me piace molto come portiere. Sta facendo bene. Secondo me è importante anche perché è ancora giovane e non ce ne sono tanti bravi come lui. Spero che resti a Firenze".

Sembra che la Fiorentina abbia bloccato Torreira per Gennaio. Lei che ci ha giocato, che tipo di calciatore è?
"Lucas è un ottimo giocatore. Ha la garra uruguagia e quello non è poco. Ha bisogno di giocare in una squadra organizzata perché gioca bene sulla pressione e sul recupero palla. Alla Sampdoria fece benissimo". 

Sogna un ritorno alla Fiorentina? Magari in una veste diversa quella del calciatore
"Sono contento della mia esperienza che ho avuto a Firenze e ora come ora non ci penso. Il preparatore dei portieri non lo voglio fare. Voglio fare l'allenatore. Firenze è casa mia e quindi è ovvio che accetterei qualsiasi ruolo per tornare. Essendo fiorentino chiaramente sogno un giorno di allenare la mia Fiorentina".