SODA (EX ALL. KAYODE) A FV: "FIERO DI MICHAEL, MERITA LA 1ª SQUADRA. CON ITALIANO..."

03.12.2022 11:00 di Samuele Nenti Twitter:    vedi letture
SODA (EX ALL. KAYODE) A FV: "FIERO DI MICHAEL, MERITA LA 1ª SQUADRA. CON ITALIANO..."

Antonio Soda, ex allenatore del Gozzano ed attuale tecnico della Correggese, è colui che ha lanciato Michael Kayode. Per l'occasione, è intervenuto ai microfoni di FirenzeViola.it per parlare del giovane talento viola. Queste le sue parole: “Lo vedo cresciuto. Già prima si vedeva che avrebbe avuto un futuro importante. Quando l’allenavo io era proprio un ragazzino, ma le qualità non sono mai mancate”.

Ha avuto modo di parlarci dopo che ha firmato il suo primo contratto da professionista? Si sente orgoglioso del suo percorso?
“Ci ho parlato, gli ho fatto i complimenti e ho augurato a lui una carriera importante. Sono orgoglioso di ciò che è, perché quando l’ho fatto giocare io aveva 16 anni, era ancora piccolo. Il percorso che ha fatto lo ha intrapreso prima con me, gli ho fato fiducia e lui ha dimostrato di saperci fare. Dopo aver vinto il campionato con il Gozzano lo ha preso subito la Fiorentina”.

Crede che possa stare in pianta stabile all’interno della prima squadra viola?
“Saprà fare le cose in modo serio come ha sempre fatto. Per me è un giocatore che ha futuro. Si allena, lavora ed è molto intelligente. Sicuramente il suo percorso sarà in prima squadra. L’ho allenato solo un anno e già lì la crescita era netta”.

Il gioco molto offensivo di Italiano lo potrebbe aiutare?
“Con me ha fatto il quinto di centrocampo, lui è uno che spinge molto. Sotto la mia guida l’abbiamo fatto crescere tatticamente. Lui ti ascolta sempre ed è un ragazzo disponibile. A fine allenamento si fermava qualche minuto in più per crescere ulteriormente sotto l’aspetto tecnico”.

Infine, sa raccontarci qualche retroscena su Kayode di quando lo allenava?
“Ci mancavano degli under, mi avevano fatto vedere Kayode e altri due ragazzi. Appena l’ho visto ho detto ‘tutti fermi, te (Kayode ndr.) domani vieni ad allenarti con noi’. Lui mi rispose che doveva andare a scuola, io gli imposi di non andarci perché la domenica successiva avrebbe giocato. Da quel momento ho sempre giocato con lui, ha pure fatto qualche gol da quinto di centrocampo. Avrà un grande futuro, ne sono certo”.

(Foto presa dall'account Instagram del giocatore).