RASTELLI A FV: “JOAO PEDRO DETERMINANTE MA NON È ADATTO AL 4-3-3 DI ITALIANO”

10.12.2021 17:00 di Giulio Falciai   vedi letture
RASTELLI A FV: “JOAO PEDRO DETERMINANTE MA NON È ADATTO AL 4-3-3 DI ITALIANO”
© foto di www.imagephotoagency.it

La Fiorentina ha messo gli occhi su Joao Pedro. Per l’attaccante del Cagliari ci sarebbero stati i primi contatti tra le parti, un sondaggio che verrà approfondito nelle prossime settimane. Per commentare questo possibile trasferimento la redazione di FirenzeViola.it ha contattato, in esclusiva, l’ex allenatore del brasiliano Massimo Rastelli.

Che ne pensa del rendimento di Joao Pedro? 
“È cresciuto tantissimo da quando lo allenavo io ma posso dire che già sei anni fa vedevo che aveva grandi potenzialità. Il suo unico problema era la discontinuità ma ora è migliorato tanto e ha avuto una crescita e una maturità esponenziale. Secondo me al momento è uno degli attaccanti più determinanti in Serie A”.

Secondo lei si merita la Nazionale italiana?
“Questa sarà una decisione che spetterà al ct azzurro Mancini. Ormai è tanto tempo che si trova in Italia, ha sposato un’italiana, quindi può avere la cittadinanza. Sicuramente per lui sarebbe un onore indossare la maglia dell’Italia anche perché il Brasile non lo chiamerà mai. Per l’Italia sarebbe un’arma in più importante in vista delle qualificazioni ai Mondiali. Joao è un attaccante fortissimo”.

Come lo vedrebbe nella Fiorentina di mister Italiano?
“Secondo me non tanto bene perché il problema più grande potrebbe essere la disposizione in campo. Il tecnico viola gioca con il 4-3-3 e con questo modulo Joao Pedro ha già faticato l’anno scorso con Di Francesco. Lui deve giocare da solo davanti e non esternamente perché rende troppo meno. È un giocatore validissimo è importante quindi sarebbe un colpo per la Fiorentina ma mi lascia qualche dubbio lo stile di gioco di Italiano”.

Secondo lei sono eccessivi i venti milioni richiesti dal Cagliari o li vale?
“Non saprei dirti con esattezza perché ogni valore è soggettivo ed è il mercato a determinare il valore di ogni singolo calciatore. Sicuramente non puoi pagarlo poco visto che è uno degli attaccanti più prolifici in Europa”.