MANCINI JR A RFV: "COMMISSO HA PASSIONE COME POCHI. NICO ATTACCATO A FIRENZE"

17.11.2022 16:00 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
MANCINI JR A RFV: "COMMISSO HA PASSIONE COME POCHI. NICO ATTACCATO A FIRENZE"

Andrea Mancini, procuratore ed ex dirigente della Fiorentina, è stato ospite di Radio FirenzeViola durante la trasmissione “Palla al Centro”. Ecco le sue parole, a partire da un breve commento sull’Italia: “Sicuramente con l’inizio del Mondiale alle porte sarà difficile. Poi in Italia c’è ancora troppa paura di lanciare i giovani. Bisogna avere più coraggio a buttarli dentro. Ad esempio, Pafundi secondo me è stato chiamato per capire che giocatore sia. Poi respira un ambiente che lo fa crescere e responsabilizzare più in fretta”. 

Come vede il secondo anno di Italiano? 
“La sosta arriva in un momento in cui la Fiorentina stava iniziando a vincere. Tolta l’ultima col Milan dove secondo me è stata sfortunata. È chiaro che giocare ogni tre giorni non ti dà il tempo di preparare le partite. Se una squadra non è abituata a giocare spesso è difficile, ma la Fiorentina si riprenderà. Italiano è preparato ed uno dei migliori in Italia. Poi sta ingranando Jovic, aveva bisogno di tempo. Adesso sta meglio fisicamente e inizia a segnare. Vediamo se a gennaio faranno acquisti ma non sono preoccupato per la stagione dei viola”. 

Che ne pensa della vicenda Gonzalez? 
“Non l’ho seguita molto attentamente. Solo chi è inverno alla società può dare un giudizio. Ma è la prima volta che si ha un Mondiale in pieno campionato. È chiaro che inconsciamente, il tuo cervello possa pensare al Mondiale. La Fiorentina ha avuto questa situazione ma è capitato anche ad altri club. Non credo che Gonzalez l’abbia fatto apposta, mi sembra attaccato a Firenze. Il ragazzo non è nemmeno al 100%, potrebbe anche essere tagliato. Qualche problema lo ha veramente”. 

Come vede la gestione Commisso e il Viola Park? 
“Per essere una proprietà straniera mi pare che sia presente. Commisso ha una passione e un amore per la Fiorentina che ho visto in pochi presidenti. Lo si nota nel come la difende, ha fatto molto per la società. Come il centro sportivo, luogo che ogni squadra dovrebbe avere all’avanguardia. Anche sul mercato ha investito tanto. Quest'anno ha preso Dodo, Jovic, Barak. Penso stia dimostrando l’attaccamento che ha per la piazza, è la strada giusta”. 

Cosa ne pensa della stagione che sta facendo Kokorin? 
“Fa piacere per lui. Sono convinto che lui abbia delle qualità importanti. Secondo me ha avuto problemi di ambientamento a Firenze, non è stato facile arrivare da infortunato. Adesso ha ritrovato la gioia di giocare a calcio e sta facendo bene. Ovviamente il campionato è quello che è. Magari poi torna a Firenze e la Fiorentina lo venderà da qualche altra parte”.