L'AMICO DI BALO A FV, FIRENZE ERA FUORI DAI CANONI DI MARIO

17.10.2019 16:00 di Giulio Falciai   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
L'AMICO DI BALO A FV, FIRENZE ERA FUORI DAI CANONI DI MARIO

Lunedì sera la Fiorentina di Vincenzo Montella, oltre al Brescia, si ritroverà davanti anche una vecchia conoscenza: Mario Balotelli. Quest'ultimo, infatti, durante il calciomercato estivo è stato più volte accostato al club di Rocco Commisso. Alla fine, però, l'ex attaccante dell'Olympique Marsiglia, ha deciso di tornare in Serie A ma non a Firenze bensì a Brescia, nella città in cui ha vissuto fin da piccolo insieme alla sua famiglia. La redazione di FirenzeViola.it ha contattato, in esclusiva, uno che Balotelli lo conosce benissimo: Angelo Buizza, membro dell'Inter club di Brescia e grande amico di Supermario ormai da molti anni.

Come sta vivendo Balotelli questo ritorno in Italia?
"Direi alla grande. Lui è felicissimo di essere tornato nel nostro paese e soprattutto di essere tornato nella sua città: Brescia. Ora deve solamente trovare l'equilibrio e la forma giusta per riuscire a dare il massimo in partita rimanendo in campo novanta minuti. Sono certo che Mario troverà la condizione perfetta in pochissimo tempo".

Quindi possiamo dire che Brescia è stata la scelta migliore per lui questa estate?
"Assolutamente sì. Mario è tornato finalmente a casa, ora è vicino alla sua famiglia e quindi è felicissimo. Anche lui facendo una vita più tranquilla è molto più rilassato e riesce a fare le cose a modo".

Sarà sicuramente una spina nel fianco per la difesa viola lunedì sera...
"Beh direi proprio di sì. Secondo me il match contro la Fiorentina sarà una gara da gol e Mario vorrà dare il massimo. Considerando che questa estate i viola lo hanno cercato lui vorrà mettersi in gioco e dimostrare quello che vale". 

Quanto è stato realmente vicino alla Fiorentina?
"Secondo me lui in realtà ha sempre voluto andare a giocare al Brescia. Credo che lui non sia andato a Firenze perché, nonostante sia una città bellissima, secondo i suoi canoni magari non era adeguata a lui".