DAINELLI A FV, VIOLA DI QUALITÀ. ORA RISULTATI PIENI. E COL C.S....

12.10.2019 18:00 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: dai nostri inviati Andrea Giannattasio e Luciana Magistrato
DAINELLI A FV, VIOLA DI QUALITÀ. ORA RISULTATI PIENI. E COL C.S....

Il supervisore dell'area tecnica della Fiorentina Dario Dainelli ha parlato a FirenzeViola.it all'evento benefico di "Foot Golf & Gala", organizzato a Scarperia dalla Fondazione Cure2Children: "Era la prima volta che giocavo a footgolf, è stato bello e rilassante. Contro Galante non so com'è andata, ma per il fatto che io ero un difensore ho sempre avuto un buon lancio lungo. Gli eventi benefici comunque fanno sempre piacere, ben vengano certe giornate".

La Fiorentina sta attraversando un periodo positivo.
"Dal punto di vista dei risultati sì. Io sono dell'opinione che anche l'inizio della stagione è stato affrontato bene nonostante i risultati: è anche vero che abbiamo giocato contro Napoli, Juventus e Atalanta. Ma ce la siamo giocata con tutti, poi ultimamente sono arrivati risultati pieni che permettono di lavorare con più serenità e affrontare la sosta con un altro entusiasmo".

Quali ricordi ha del suo passato come giocatore viola? 
"Sono stati anni belli, qui a Scarperia venivamo in ritiro quando preparavamo i preliminari di Champions. Mi tornano subito in mente le macchine da golf, perché le prendevamo dopo cena e gareggiavamo coi compagni... (ride, ndr)".

Della squadra attuale chi ha i piedi adatti per giocare a footgolf?
"Tanti, perché siamo una squadra di qualità. Poi come in tutti gli sport conta la voglia di vincere e ce l'hanno diversi nel team di Montella".

Quanto può aiutare il nuovo Centro Sportivo?
"Molto. Avere un posto dove lavorare e sentirsi a casa aiuta la prima squadra ma anche il settore giovanile. Gli allenatori possono infatti confrontarsi, come anche i loro staff. Si crea un concetto di Fiorentina a tutto tondo, che alla lunga fa la differenza".

Col rinnovo di Castrovilli si punta sui giovani?
"Ci sono tanti ragazzi di qualità. Si era visto anche nella tournée in America, che è stata fondamentale sia da un punto di vista mediatico che di produzione. Ed è stato il modo di confrontarsi con realtà importanti, in occasione dei quali abbiamo avuto dimostrazioni di talento da tanti ragazzi, così siamo arrivati al campionato con delle certezze di partenza come Castrovilli, Sottil, Ranieri, Venuti e Vlahovic, che in Serie A ci possono stare".

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.
Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.