BRANCHINI A FV, VLAHOVIC ASPETTI LA CONSACRAZIONE IN VIOLA. IL PROSSIMO TECNICO...

12.04.2021 20:00 di Luciana Magistrato   Vedi letture
BRANCHINI A FV, VLAHOVIC ASPETTI LA CONSACRAZIONE IN VIOLA. IL PROSSIMO TECNICO...
FirenzeViola.it

"La crescita di Vlahovic lascia presupporre un'altra stagione di conferma e fossi in Vlahovic la cercherei ancora nella Fiorentina". Il parere è di Giovanni Branchini, agente e intermediario di mercato di grande esperienza che in esclusiva a Firenzeviola parla dell'exploit del giocatore e di altri temi viola che, da ex agente di Cutrone, ha seguito da vicino.  "Vlahovic ha fatto un'ottima crescita e premiato chi ha avuto fiducia in lui, come dovrebbe essere spiega Branchini - Ad un giocatore, soprattutto se giovane come lui, deve essere permesso di sbagliare e battere il muso e per la Fiorentina credo che sia un motivo di soddisfazione; sia per il giocatore che per i tecnici e la proprietà, se avranno la pazienza di aspettare arriverà ad una valutazione importante".

Al suo ex assistito Cutrone forse non è stata data la stessa fiducia? "I tecnici sono lì per fare delle scelte e la cosa più importante per la società è che sia stata fatta quella giusta a giudicare dai risultati. Certo sono state scelte fatte a priori e non sul campo, ma conta il risultato".

Lei consiglierebbe a Vlahovic di restare alla Fiorentina? "E' difficile consigliare quando non si conoscono il carattere e i presupposti, magari il giocatore è felicissimo di stare alla Fiorentina e vuole restare altri 5 anni. Certo è che a Firenze ha la possibilità di proseguire nella crescita ed entrare nel novero ristretto di giocatori importanti. Confermandosi un'altra stagione a questi livelli rafforzerebbe il suo appeal sul mercato che speriamo tra l'altro rialzi la testa visti i tempi. Lui è giovane e solo in rari casi il mercato impazzisce per un giovane".

Si parla di valutazione alta, ma ci sono squadre in grado di acquistarlo? "Oggi il mercato è condizionato dal potere dell'acquirente. Se si presenta una big di Manchester è ovvio che la valutazione cresce ma se c'è un club medio offre sicuramente meno anche perché il momento economico è difficile per molti. Io aspetterei il prossimo anno anche per un mercato più stabile ma, ben inteso, la valutazione di Vlahovic è già alta. Se il Milan può permetterselo? Io credo che se Ibra rinnova il Milan non vada su Vlahovic. Molti club sono coperti, altri hanno risorse limitate".

Vlahovic merita una squadra migliore intorno? "Si vince e si perde insieme, in altri momenti hanno aspettato lui. Ma credo che il giocatore sia un ottimo interprete di una buona squadra che ha avuto difficoltà in un campionato difficile e falsato dal periodo che stiamo vivendo".

La Fiorentina secondo il suo parere con quale allenatore dovrebbe ripartire? "Premesso che sono scelte personali che società e dirigenza fanno in base ai gusti e alle aspettative, personalmente andrei su un allenatore concreto e non su un personaggio dettato dalla moda. Apprezzo un tecnico che abbia la solidità, la concretezza e l'esperienza, magari meno fotogenico o disponibile rispetto ad altri. Punterei insomma su un usato sicuro, su chi non deve dimostrare di inventare qualcosa. Non mi sento di fare nomi ma degli esempi perché penso al lavoro di Ranieri alla Samp, di Donadoni che anni fa che portò il Parma in Europa in mille difficoltà, di Gotti all'Udinese, Spalletti...".

Pensa che la Fiorentina sia destinata a rialzarsi con Commisso? "Rocco Commisso rappresenta la miglior proprietà straniera nel nostro campionato. Credo che, anche se può aver commesso i suoi errori, non ha avuto fortuna e  ripongo grande fiducia in lui"