FRANCHI, Clima teso e una strategia "alla Casalino"

19.02.2021 10:30 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
FRANCHI, Clima teso e una strategia "alla Casalino"

Altro che clima disteso, sul futuro dell’uso del Franchi siamo alla «strategia Casalino», far girare documenti prima degli eventi. Lo scrive questa mattina Il Corriere Fiorentino, che - tornando sul sopralluogo effettuato ieri mattina allo stadio Franchi dal sindaco di Firenze - evidenzia come prima ancora che si concluda il sopralluogo del sindaco per l’inizio dei lavori, a molti cronisti arriva un documento dalla Fiorentina: l’atto della Direzione Attività economiche del Comune di Firenze che autorizza la capienza dello stadio, per le partite, a sole mille persone. È il motivo per cui, appena arrivato di fronte ai microfoni, Nardella deve rispondere alla domanda: ma lo stadio è agibile adesso? Da Palazzo Vecchio, una nota spiega: sono quelle consentite dalla normativa Covid (ora peraltro sospesa): non è superiore a mille perché non c’era motivo di richiedere alla Commissione di Vigilanza un numero maggiore di spettatori. Quando le norme anti Covid cambieranno, il certificato statico sarà fatto anche sul resto dell’impianto, la spiegazione, peraltro dopo i lavori la condizione sarà migliore. Certo, il tema della capienza rimane: anche il precedente studio ingegneristico indicava che la capienza potesse essere limitata fino a che non fossero stati risolti i dubbi e problemi statici, ma si parlava solo di alcune migliaia di posti in meno.