VERSO IL BIS

20.06.2022 00:00 di Tommaso Loreto Twitter:    vedi letture
VERSO IL BIS
FirenzeViola.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Vira nuovamente al bello il barometro di casa viola, segno che i contatti per il rinnovo di Italiano (andati in scena ancora ieri) hanno finalmente regalato nuove sensazioni di positività. Se l’ultima settimana era stata quella delle distanze quella che sta per cominciare potrebbe essere davvero utile a porre fine su un’incertezza per niente piacevole, e soprattutto a dare il via all’operatività in vista della prossima stagione.

Sotto questo profilo la pista più avanzata sembra portare al reparto offensivo dove per Jovic è entrato in scena anche Ramadani, la sua intermediazione diventerà determinante in una trattativa nella quale i viola sperano anche di trovare partecipazione da parte del Real Madrid per l’ingaggio del serbo. Mosse al momento anche più avanzate di quanto non lo siano per Pinamonti o Belotti e che necessariamente spingeranno a valutazioni definitive sul conto di Piatek sul quale il Torino non si è mai del tutto allontanato.

Ma se davanti l’obiettivo per ora è fissato, oltre a quelli che riguarderanno le corsie esterne che perderanno Callejon, in mezzo serve trovare la quadratura giusta per il dopo Torreira, con più di un nome in ballo e con i recenti contatti per Sensi che testimoniano sondaggi e valutazioni in corso. Quasi sfumato Grillitsch è su Dodò che la dirigenza dovrà poi rompere gli indugi, che si tratti di una fumata bianca con lo Shakhtar o di andare alla ricerca di altri profili se la valutazione dovesse restare troppo alta, senza contare la questione Milenkovic da dirimere per via dell'interessamento dell'Inter.

Un domino di mercato appena all’inizio che riguarda pure la porta, dove Dragowski ha già le valigie pronte, destinazione Spagna, e Vanja Milinkovic Savic pare esser davanti a Cragno o Gollini, ma soprattutto il via ufficiale alla costruzione della quarta Fiorentina di Commisso, la seconda griffata Italiano.