UNA POLTRONA PER... TRE

16.10.2020 10:00 di Niccolò Santi Twitter:    Vedi letture
UNA POLTRONA PER... TRE

Nuova sfida, solito ballottaggio. L'attacco della Fiorentina, in vista dello Spezia, vede la contesa fra i tre centravanti Cutrone, Kouamé e Vlahovic. Una decisione coraggiosa, forse opinabile, quella presa dal club viola di trattenere dei giocatori così giovani e pertanto bisognosi di mettere minuti nelle gambe in modo da accumulare esperienza. Discorso un po' meno valido, paradossalmente, per Cutrone.

Il classe '98 infatti vanta 63 presenze in una squadra blasonata come il Milan oltre a 12 apparizioni in Premier League con il Wolverhampton, eppure, della banda, sembra quello in grado di vantare forse meno fiducia da parte del tecnico Iachini. Qualcuno ipotizza che le pressioni possano essere ricondotte alla clausola la quale al raggiungimento delle 26 partite da titolare fa scattare l’obbligo di riscatto per 18 milioni di euro.

C'è poi Kouamé, sinora il più utilizzato e incapace di rispondere davvero presente nonostante il gol, all'apparenza un po' fortunoso, che ha aperto le marcature contro l'Inter. E infine Vlahovic, il quale pareva sul piede di partenza in estate per poi incassare la riconferma della dirigenza, certa delle sue potenzialità seppure la piazza ultimamente gli abbia rimarcato qualche errore di troppo.

Si presume che sarà solo uno a spuntarla in quanto, anche se la Fiorentina giocasse a tre, là davanti un posto sarebbe comunque occupato dall'imprescindibile Ribery e un altro eventualmente dal neo arrivato Callejon, entrambi a supporto di una punta. Insomma, il rebus è oltremodo complesso e sarà possibile risolverlo probabilmente solo a ridosso della partita di Cesena.