TRA LE PANCHINE GIREVOLI, A SORRIDERE È MONTELLA

09.10.2019 00:00 di Giacomo A. Galassi Twitter:    Vedi letture
TRA LE PANCHINE GIREVOLI, A SORRIDERE È MONTELLA

Che il gioco del calcio sia strano non lo scopriamo certo oggi. Ma se torniamo con la mente solo a qualche settimana fa, pensare che Vincenzo Montella potesse essere così saldo sulla panchina della Fiorentina e che il Milan si preparasse ad accogliere invece Stefano Pioli al posto di Giampaolo era quasi fantascienza. Proprio lui che lasciò il posto alla Fiorentina per le divergenze con una proprietà che da giugno è stata sostituita. E invece…

Nelle panchine girevoli di Serie A è successo anche questo, oltre alla conferma di Andreazzoli in sella al Genoa - con giallo - e all'avvicinamento di Gattuso - accostato anche alla Fiorentina non più di un mese fa - alla Sampdoria. E a sorridere non può che essere Montella, per il quale il mondo si è capovolto da una sosta all'altra. Da quel 14 ottobre (Fiorentina-Juventus 0-0) ad oggi sono stati 11 punti, entusiasmo ritrovato e due punti di distanza dal quarto posto

Non che sia arrivato il momento di sognare così in grande, questo è chiaro. Ma con una sosta in più la squadra potrà lavorare anche su varianti tattiche che permettano maggiore imprevidibilità in partita e non è poco. Particolare attenzione avrà l'argomento attaccante, con Pedro che è ancora indietro di condizione ma continuerà a lavorare per essere inserito al più presto, e Boateng e Vlahovic che scalpitano per una chance da titolare.

Di sicuro in ogni caso c'è che la Fiorentina e Montella adesso possono andare avanti e lavorare con il sorriso sulle labbra. Come piace al tecnico.