SÌ A OLIVEIRA MA SENZA FOLLIE: LA TRATTATIVA TRA FIORENTINA E PORTO VA AVANTI SPEDITA

09.06.2021 16:00 di Dimitri Conti Twitter:    Vedi letture
SÌ A OLIVEIRA MA SENZA FOLLIE: LA TRATTATIVA TRA FIORENTINA E PORTO VA AVANTI SPEDITA
FirenzeViola.it
© foto di Insidefoto/Image Sport

Il primo obiettivo per il calciomercato della Fiorentina, in questo momento, ha un nome e un cognome preciso: Sergio Oliveira. Il centrocampista del Porto, 29 anni e sul curriculum anche l'aver giustiziato la Juventus oltre ai titoli coi Dragoes, è pienamente nel mirino del club viola, che sta trattando intensamente con i dirigenti bianco-blu alla ricerca di un accordo. Dal Portogallo giungono titoli forti, col calciatore già quasi in direzione Firenze: secondo quanto ci risulta la trattativa è pienamente nel vivo, le negoziazioni vanno avanti spedite, ma ancora non c'è un accordo totale sul costo del cartellino, con il Porto poco disposto a spostarsi dalla cifra di 20 milioni di euro indicata anche dal presidente Pinto da Costa qualche giorno fa. 

L'intenzione dei dirigenti viola sarebbe quella di non allontanarsi dal tetto di 15 milioni, considerando anche i 3,5 annui d'ingaggio per il classe '92, reduce da una stagione notevole con la bellezza di 20 gol messi a segno in tutte le competizioni, tra cui 13 nel campionato portoghese e 5 in Champions. Proprio per questo il Porto, nonostante sia club tutt'altro che refrattario a vendite eccellenti, specie con la regia di Mendes (le sue intermediazioni, va ricordato, non sono mai gratis né low cost) dietro, non pare ad oggi granché favorevole a sconti, facendo anche leva sulla voglia della Fiorentina di chiudere l'affare prima dell'Europeo (nonostante non venga più di tanto percepita come una deadline) onde evitare code di nuovi acquirenti in caso di eventuali buone prestazioni sul palcoscenico per nazionali del Vecchio Continente.

La Fiorentina cerca di giocare al ribasso, il Porto punta i piedi: la sensazione rimane quella di un accordo possibile, ed anche in tempi brevi, ma solo quando una parte, se non tutte e due, avrà fatto mezzo passo indietro.