PUNTA CERCASI: PRO E CONTRO DELLE IDEE MANDZUKIC E PIATEK

07.08.2020 21:00 di Dimitri Conti Twitter:    Vedi letture
PUNTA CERCASI: PRO E CONTRO DELLE IDEE MANDZUKIC E PIATEK

Com'era lecito attendersi, gran parte dell'attività di calciomercato della Fiorentina in queste prime battute, con le trattative ancora neanche ufficialmente aperte, riguarda l'identificazione di un profilo di spessore con il quale andare a rinforzare l'attacco. Se il nome di Andrea Belotti risponde al sogno del tecnico Iachini, ma è anche estremamente difficile da raggiungere per una serie di motivi - su tutti l'elevato valore di mercato e la sua condizione di leader nello spogliatoio del Toro - ecco che nelle ultime ore hanno preso maggiormente quota due profili su tutti gli altri: lo svincolato Mario Mandzukic da una parte, e Krzysztof Piatek, ex Milan e Genoa oggi all'Hertha, dall'altra.

Punti di forza e punti deboli a confronto, nel quadro che propone due prototipi di centravanti profondamente diversi tra loro. Uno, il croato, più esperto e avvezzo a vittorie, oltre che a palcoscenici internazionali, ma di recente assente dal calcio che conta, appunto. L'altro, il polacco, ha alle spalle un passato felice con un altro membro della rosa viola, Kouame, col quale compose una coppia di successo a Genova, ma allo stesso tempo rappresenta un'operazione più costosa e meno sicura. Insomma, una serie di pro e contro che noi di FirenzeViola.it abbiamo provato a riassumere così.

MARIO MANDZUKIC

Pro: Esperienza (internazionale); feeling con Ribery; cartellino a costo zero; capacità di fare da chioccia.

Contro: Età avanzata; ultimi mesi di inattività; concorrenza.

KRZYSZTOF PIATEK

Pro: Età; feeling con Kouame.

Contro: Spesa per trasferimento e ingaggio, poca continuità nelle ultime stagioni.