PRADÈ, Nel 2016 mandato via senza spiegazioni. Ora...

18.11.2019 21:44 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: Dai nostri inviati Luciana Magistrato e Andrea Giannattasio
PRADÈ, Nel 2016 mandato via senza spiegazioni. Ora...

Daniele Pradè, direttore sportivo della Fiorentina, ha ricevuto il premio "Viareggio Sport" per l'acquisto di Franck Ribery e ha parlato dal palco rispondendo ad alcune domande: 

Difficile incontrare subito Maran dopo la sconfitta subita a Cagliari?
"Mi piace Maran. E' un amico e lo stimo sia come persona che come allenatore. Gli ho fatto i complimenti, si è tenuto basso ma ha una squadra forte". 

Con quale spirito è tornato a Firenze?
"Quando mi hanno mandato via, c'ero rimasto male e non avevo capito le motivazioni che non mi sono mai state date. Io e la mia famiglia siamo innamorati di Firenze. Commisso mi ha dato grande entusiasmo. Diventeremo una grande squadra, competitiva e di altissimo livello". 

Come nasce l'idea Ribery?
"Ho visto che il premio mi è stato dato per lui, non male. Volevamo inserire dei leader. Un giorno ero al mare e Toni mi ha chiamato per dirmi "perché non prendi Ribery". Ci ho lavorato e dopo un po' lui ci ha scelto. E' stata una scelta giusta, non solo da un punto di vista tecnico, ma anche per far crescere la squadra e soprattutto i giovani". 

Cosa hanno portato Barone e Commisso?
"Rocco Commisso ha fatto questo investimento per passione. Non gli interessa l'aspetto economico e la plusvalenza. Ringrazio tutti per avermi scelto perché è un'opportunità importante".