LA CRISI VIOLA DEL NOVE: I NUMERI CHE LO DIMOSTRANO

11.12.2019 19:30 di Mattia Verdorale Twitter:    Vedi letture
LA CRISI VIOLA DEL NOVE: I NUMERI CHE LO DIMOSTRANO

La Fiorentina non sta attraversando un buon periodo. I viola vengono da quattro sconfitte consecutive e si momentaneamente si trovano rilegati al tredicesimo posto in classifica, a +5 punti dalla zona retrocessione. Uno dei motivi per cui i viola stanno trovando serie difficoltà può essere riconducibile alla mancanza di un numero nove. Una punta di peso che guidi l'attacco. Prima Boateng, poi Vlahovic e per poco Pedro. La Fiorentina ha questi tre calciatori in quel ruolo ma per adesso nessuno è stato all'altezza. Per motivi diversi questi tre giocatori stanno incontrando delle difficoltà: Boateng è un falso nueve e quindi non una vera punta, Vlahovic è un ragazzo giovane alla prima "vera" esperienza sul palcoscenico dei grandi, e Pedro da quando è arrivato non è effettivamente ancora pronto per la Serie A. 

Ciò lo dimostrano anche i numeri. La Fiorentina è la squadra di Serie A con minor incidenza nei gol fatti dalle sue punte centrali, sia singolarmente che a livello di reparto. Delle 19 reti segnate in campionato solo 3 sono state siglate dagli attaccanti (ovvero il 15,8% delle reti totali). Partendo dal fatto che i migliori marcatori della Fiorentina sono tre (Milenkovic, Pulgar e Castrovilli con tre gol), i viola hanno il peggior reparto offensivo della Serie A. Se diamo un'occhiata ai centravanti di ogni squadra vediamo come la squadra di Montella abbia la punta centrale col minor numero di gol segnati (Vlahovic a 2). Oltre alle due reti del serbo contiamo solo quella di Boateng per un totale di tre reti, le stesse marcature siglate dai centravanti di Udinese, Sampdoria, e Verona che hanno il rispettivo "bomber" (Okaka, Quagliarella e Di Carmine) a quota tre segnature nella classifica capocannonieri. 

C'è da precisare che in questa raccolta non sono contati i gol siglati da Chiesa e Ribery che non sarebbero dovuti essere, a mercato chiuso, le "punte centrali" della Fiorentina. Un ulteriore caso estremo da segnalare è che tra le squadre che hanno segnato meno dei viola in A ci sono la Spal, il Brescia, la Samp, l'Udinese, il Milan, l'Hellas Verona, Genoa e Torino. Certo, non sono poche, ma rimane il fatto che la Fiorentina è quella che ha visto arrivare meno gol dai propri centravanti. Addirittura la Spal che ha segnato la metà dei gol della squadra gigliata ha visto la sua punta centrale, Petagna, andare in gol quattro volte. Oppure se prendiamo i gol fatti dal Brescia (totale di 11) vediamo come dai suoi attaccanti sono arrivati ben sette reti. Un problema non da poco, per una squadra che ha bisogno necessariamente di un numero nove, o almeno che uno dei tre prescelti per svolgere quel ruolo riesca ad invertire la rotta.