#IORESTOACASA, I libri consigliati da FirenzeViola.it

26.03.2020 17:00 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
#IORESTOACASA, I libri consigliati da FirenzeViola.it

L'Italia, ma in generale tutto il mondo, in questo momento sta vivendo una situazione più che drammatica a causa del Coronavirus. Il nostro paese, adesso, è costretto a rimanere a casa per cercare di contenere, quanto più possibile, la diffusione del virus. Per alleggerire la quarantena dei nostri lettori, la redazione di FirenzeViola.it ha deciso di consigliare qualche film, libro e Serie TV. Questi i libri:

Tommaso Loreto: - "La mia Rivoluzione", di Johan Cruyff - L'autobiografia. Perché leggere questo libro? Perché il calcio può essere anche scienza, se ci mette mano uno dei più grandi scienziati del calcio.

Tommaso Bonan: - "La piramide rovesciata", di Jonathan Wilson - Un grande classico del calcio. "La piramide rovesciata" racconta questo sport da punto di vista sicuramente alternativo. Quello della tattica. Il libro dell'inglese Jonathan Wilson, infatti, ripercorre l'evoluzione del calcio nel corso della storia, dalla metà dell'800 fino ai nostri giorni, dal 2-3-5 ai metodi moderni. Nel mezzo, storie e personaggi di livello. Per una lettura a tema sicuramente più originale.

Dimitri Conti: - "Gol di rapina" di Pippo Russo - Un must per chi vive di questo gioco, un'inchiesta coraggiosa e corretta sulle tante storture del mondo del pallone, soprattutto quelle economiche. Scritto da un egregio nostro concittadino acquisito, racconta nei minimi dettagli i protagonisti del calcio moderno, che troppo spesso oltre ai giocatori sono fondi d'investimento, super-procuratori e presidenti di vario rango, invischiati in strani giri. Da buon siciliano di nascita, Russo sa che non sempre le cose sono come sembrano.

Alessio Del Lungo: - "La nostra bambina" di Fabio Cannavaro e Alessandro Alciato - 23 aneddoti sulla Nazionale trionfatrice in Germania nel 2006 raccontati da loro stessi. Firmata dal capitano azzurro perché fu sua l’idea di riunire tutti all’interno di una chat, si vengono a scoprire tante cose interessanti che fanno capire come quella squadra fosse prima di tutto un gruppo di amici che ha fatto dell’unione la sua forza. Il dietro le quinte di un successo storico che ha fatto letteralmente impazzire milioni di italiani.

Lorenzo Di Benedetto: - "Open" di Andrè Agrassi - Definirla biografia sarebbe riduttivo. Questo libro è molto di più. Dall'infanzia fino alla vittoria dei quattro Slam, la vita di Andre Agassi è stata condita da lacrime e sorrisi, da sofferenze e successi. Il tennis passa quasi in secondo piano in questo racconto davvero imperdibile. Il genio e il sacrificio spiegati a 360°.


Giulio Falciai: - "Chiamatemi Bomber" di Bobo Vieri -  Questo libro, autobiografia del grande Christian Vieri, racconta di un Bobo dalla forte personalità: esagerato, esuberante, generoso, ma soprattutto poco propenso alla diplomazia. Un po’ come era nelle aree di rigore. Un giocatore indiscutibile ma capace di far discutere, un uomo che alla vita ha dato tanto e che altrettanto ha ricevuto.

Giacomo Galassi: "Caro nemico" di Nicola Roggero - Perché il calcio, e lo sport, non sono solo rivalità. In questo libro vengono raccontate 10 storie di grandi nemici sul campo e amici nella vita. Da Jesse Owens e il tedesco Long a Gimondi e Mercx, passando per le star NBA Wilt Chamberlain e Bill Russell: a volte, nello sport come nella vita, c'è molto di più di ciò che si vede davanti alle telecamere o nelle foto.

Giacomo Iacobellis: - "Futbolistas de izquierdas: Entre fútbol y política" di Quique Peinado - Un saggio tra calcio e politica, vintage ma anche attuale. Da Socrates a Cristiano Lucarelli, passando per Lilian Thuram e Vicente del Bosque, il libro di Quique Peinado è un viaggio nella storia (e nei rettangoli verdi) che fa riflettere e tiene la mente ben impegnata in questi giorni di solitudine.

Pietro Lazzerini- "The Best" di George Best - La vita di uno dei più grandi talenti mai visti su un campo da calcio. Cosa c'è di meglio per un appassionato se non addentrarsi in quello che il campo non ti racconta? Best è molto più di un semplice numero 7, è un'icona pop che ha dato vita alla figura del calciatore star, finendo per subirne le conseguenze in modo tragico. Da leggere senza fermarsi un attimo, magari con un bel bicchiere di vino. Che probabilmente, grazie al racconto, non finirete nemmeno.

Luciana Magistrato: - "Bambini infiniti" di Emanuela Audisio - È il libro che mi ha accompagnato nei miei primi mesi a Firenze, un regalo che mi fece una collega che ben conosceva la mia passione per lo sport e per le storie dei suoi protagonisti. E il libro scritto dall'inviata di Repubblica è  appunto la storia di campioni visti come divinità grandiose e infantili, di bambini infiniti, incapaci di vivere una vita normale. L'ultimo giorno da calciatore di Maradona, il tentativo di suicidio di Borg, Baggio dopo l'errore dal dischetto a Pasadena, il funerale di Ayrton Senna, l'impegno politico di Socrates e Magic Johnson dopo la sieropositività sono solo alcuni dei racconti di una penna privilegiata come la Audisio che quei momenti li ha vissuti in prima persona.

Niccolò Santi: - "Novecento” di Alessandro Baricco - Perché leggere questo libro? Innanzitutto perché incanta. In secondo luogo perché racconta una storia al contempo surreale e verosimile. E non è poi quel che stiamo passando noi per colpa di questo maledetto virus? 

Daniel Uccellieri - "IT" di Stephen King - Un libro dai contenuti fortemente horror in questo momento? Certo, perché oltre ad essere il vero capolavoro del maestro Stephen King, è un modo per esorcizzare le paure, ed in questo periodo decisamente complicato non può far altro che bene. Credo che non abbia bisogno di presentazioni, visto anche il recente successo al cinema dei due film diretti da Andy Muschietti. IT è un opera maestosa, articolata, capace di rapire il lettore per oltre 1200 pagine. Un libro che almeno una volta nella vita deve essere letto, un libro che consiglierei sempre, a maggior ragione adesso. Per leggerlo tutto, con le dovute pause per riprendersi dagli spaventi, servirà un bel po' di tempo.

Mattia Verdorale: - "Open" di Andrè Agrassi - L'autobiografia del grande campione di tennis Andrè Agassi che nel suo libro racconta la sua carriera piena di vittorie e sconfitte e della sua vita al di fuori del rettangolo di gioco. Un libro in cui il tennista svela un sacco di segreti della sua vita privata che prima della pubblicazione del libro erano rimasti tali. Facendo rimanere tutti a bocca aperta.