SBLOCCAROCCO

23.09.2020 00:00 di Tommaso Loreto Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
SBLOCCAROCCO

E' in pieno svolgimento la partita per lo stadio. Dall'incontro tra Commisso e il Sindaco Nardella arriva un rilancio da parte del presidente viola, pronto ad abbattere il Franchi per far sorgere un nuovo impianto del quale parlerà domani. Il numero uno della Fiorentina chiarisce a modo suo le intenzioni e rimanda al cosiddetto piano di fattibilità un primo passo verso Roma dove confrontarsi con il Ministero. Commisso ha già avuto altri incontri in precedenza sul tema stadi, logico che si sia documentato sul cosiddetto "sbloccastadi" e per questo vien da pensare che sappia dove può arrivare il suo rilancio. D'altronde sul centro sportivo ha già dimostrato la sua concretezza.

E poi già questa mattina di buon'ora sarà a Campi per seguire l'altro percorso, quello relativo ai terreni opzionati mesi fa, tenendo aperto il secondo tempo di una partita ancora lontana dal triplice fischio finale. Consapevole di quanto ancora possa essere lunga e ricca di ostacoli la strada per una ricostruzione del Franchi (termine che dovrà necessariamente sostituire il concetto di "restyling") Commisso tiene aperto anche il "piano B" a Campi Bisenzio, ulteriore segnale di una volontà ferrea destinata a protrarsi nel tempo. 

Anche perchè nel frattempo già domani sarà possibile far chiarezza su come e quanto un nuovo stadio potrebbe cambiare la vita della Fiorentina. Un'altra conferenza stampa nella quale spiegare l'importanza di un processo di crescita non più rimandabile, fosse solo per le condizioni attuali del Franchi. Le carte sono di nuovo disposte, magari diversamente rispetto a qualche tempo fa ma anche con un emendamento in più, e Commisso ha ribadito una volta di più che da questo tavolo vuol alzarsi vittorioso e libero da imposizioni o vincoli di sorta.