GOL, ASSIST E SORRISI: IKONÉ, CHE SIA LA (S)VOLTA BUONA?

12.02.2024 10:00 di Niccolò Santi Twitter:    vedi letture
GOL, ASSIST E SORRISI: IKONÉ, CHE SIA LA (S)VOLTA BUONA?
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca 2024 @fdlcom

Tempo di prime volte, al Franchi. Qualcuno si è sbloccato in maglia viola, altri semplicemente nell’arco del campionato. È il caso di Jonathan Ikone che vanta adesso un gol all’attivo nella Serie A 2023-24 (non stagionale, visto che aveva già marcato con Ferencvaros e Cukaricki) oltre a un ritrovato sorriso che vale forse più del gol. Sì perché in pochi avevano dubitato delle sue potenzialità tecniche, uno dei quali Ikone medesimo. La sensazione è che con un po' più di fiducia nei propri mezzi l'ex Lille possa ribaltare il percorso a Firenze.

Chissà che proprio l'arrivo di Andrea Belotti non ne propizi il rilancio. L'intesa istantanea con l'ex Roma è una delle migliori notizie di ieri pomeriggio, contro un Frosinone la cui retroguardia - intendiamoci - lamenta più di una criticità, non per nulla è stata capace di subire diciotto tiri dalla Fiorentina di cui sette nello specchio. E non è un caso che la difesa di Eusebio Di Francesco detenga il titolo di peggiore del campionato con quarantanove reti incassate. Detto questo i meccanismi offensivi viola hanno funzionato, con Ikone assoluto protagonista.

Una delle migliori (se non la migliore) prestazioni del classe '98 da quando veste la casacca gigliata. Gol, assist, imbucate, anche qualche perdonabile errore. Di sicuro ciò che la Fiorentina si aspettava da un investimento di 15 milioni. "Lui ha nelle corde partite come quella di oggi - le parole di Vincenzo Italiano in conferenza stampa - Ha delle qualità incredibili, un mancino di alto livello ma deve iniziare a fare più gol e a riempire più l’area. Ci sto lavorando e credo che prima o poi potrà mostrare grande continuità di prestazioni". Sperando sia stata la (s)volta buona.