FINARDI (DIR. DEA), Viola sbloccata: sarà gara aperta

13.01.2020 19:15 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: dall'inviata Luciana Magistrato
© foto di Lorenzo Marucci
FINARDI (DIR. DEA), Viola sbloccata: sarà gara aperta

Alla presentazione della scuola calcio intitolata a Mondonico, c'era anche Giancarlo Finardi attuale coordinatore del settore giovanile dell'Atalanta ed ex compagno di squadra dello stesso Mondonico (lo ebbe poi anche come tecnico alla Cremonese ed "è stato un punto di riferimento, abbiamo viaggiato tanti anni insieme"). Con lui abbiamo parlato dei segreti dell'Atalanta: "Mondonico ha fatto annate importanti a Bergamo ed ora che giochiamo in Europa ricordano continuamente quello che aveva fatto lui arrivando in semifinale di Coppa delle Coppe e lanciato giovani come Morfeo e Tacchinardi, tra gli altri. Quando con Percassi ricordiamo i successi dell'Atalanta nel settore giovanile, visto che abbiamo giocato insieme negli anni '60 e '70, sottolineiamo sempre che facemmo anche in quel periodo due finali de campionato Primavera. Vuol dire che già allora il club aveva un'attenzione particolare per i giovani. Scudetto? No ma il fatto che adesso l'Atalanta giochi alla pari con tutte è una conquista importante, grazie anche alla mentalità data dal tecnico. Adesso con Gasperini, ripeto, te la giochi con tutti. Se sono incuriosito dal ritorno di Caldara? Certamente, quello dell'Atalanta è il posto giusto per farlo tornare calciatore. Viene da due anni negativi, è cresciuto con noi, ha fatto dieci anni con noi fino alla prima squadra. Adesso deve ritrovarsi e la famiglia Atalanta è il posto migliore. Gara con Fiorentina? Di prima squadra ho già detto troppo ma sarà una partita  aperta perché la Fiorentina con questo risultato è tornata ad avere un po' di sicurezza e l'Atalanta tornerà a giocarsi la sua partita. Addio di Vergine? Mi stupisce dopo tanti anni ma non sapendo come è andata faccio fatica a parlarne. Più spazio ai giovani nel calcio italiano? Ancora troppo poco ma dipende da quello che fanno le prime squadre, l'Atalanta facendo un anno in A e uno in B per tanto tempo ne ha potuti produrre tanti, ora è un po' più difficile perché si gioca le Coppe anche se qualche giovane lo abbiamo lo stesso".