DA SCOMMESSA A PILASTRO. LA CONTINUITÀ (RI)TROVATA DI DALBERT

08.11.2019 09:00 di Giacomo A. Galassi Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
DA SCOMMESSA A PILASTRO. LA CONTINUITÀ (RI)TROVATA DI DALBERT

È arrivato a Firenze tra la curiosità generale all'interno di uno scambio con Biraghi che a detta di molti esperti di mercato fu un azzardo per la Fiorentina, ma già dopo poco più di un quarto di campionato la squadra viola può dirsi soddisfatta del rendimento di Dalbert Henrique Chagas Estevão, per tutti Dalbert.

Esterno a tutta fascia sulla sinistra, la scommessa di Pradè dopo essere entrato in campo al secondo turno contro il Genoa non ne è più uscito, diventando così uno dei pilastri di questa Fiorentina di Montella. Tanto che negli uffici gigliati si sta già ragionando sul futuro del brasiliano, arrivato a Firenze in prestito ma con la possibilità di essere riscattato in vista della prossima stagione.

Anche se per il futuro c'è tempo: adesso conta solo il presente. E il presente dice che Dalbert ha già superato i minuti in Serie A raccolti la scorsa stagione con l'Inter (furono 780, contro gli 836 attuali) ha pareggiato il numero di assist forniti due anni fa al Nizza (2) durante la stagione che lo portò alla ribalta internazionale. Se ci aggiungiamo il rigore procurato e l'ottima media voto raccolta fin qui in maglia viola, il quadro di questo inizio di stagione non può che essere considerato positivo per un giocatore che a Firenze è arrivato per rilanciarsi e con le prestazioni lo sta facendo.

A Cagliari giocherà l'undicesima partita consecutiva da titolare, segno della fiducia che ripone in lui Montella e tutta la società. Da scommessa a pilastro è stato un attimo, e Dalbert se lo sta godendo tutto.

I numeri di Dalbert -
2019/20 - 10 partite, 2 assist, 1 rigore procurato: 836'.
2018/19 - 12 partite, 1 assist: 780'.
2017/18 - 33 partite, 2 assist.