CHIESA/CUTRONE VALE IL PARI, MALE IGOR, DALBERT E SOTTIL

12.07.2020 21:30 di Tommaso Loreto Twitter:    Vedi letture
© foto di Massimiliano Vitez/Image Sport
CHIESA/CUTRONE VALE IL PARI, MALE IGOR, DALBERT E SOTTIL

DRAGOWSKI – Faraoni calcia in solitudine e senza pressing, lui può farci poco sul primo gol. Attento invece a poco dall'intervallo su Amrabat e nel recupero su Adjapong in due circostanze, 6

MILENKOVIC – Chiusura tempista su Lazovic al quarto d'ora. Entra duro su Di Marco al quarto d'ora della ripresa e viene ammonito, 6

PEZZELLA – Poche sbavature in un primo tempo dove l'errore sul fuorigioco di Faraoni, non suo, costa carissimo, 6

IGOR – Tradisce la linea difensiva che sale sul tocco di Amrabat tenendo in gioco Faraoni sul gol del vantaggio. Ammonito a inizio ripresa si potrebbe rifare procurandosi il rigore per fallo di mano che però Chiffi non concede. Errore pesante sul gol, 5

LIROLA – Nelle poche ripartenze del primo tempo tende a rallentare più che accelerare la manovra. Di buono c'è il cross per Cutrone che nel secondo tempo non ne approfitta. Ma come spesso capita non è abbastanza, 5,5

Dal 36'st VLAHOVIC – S.v.

CASTROVILLI – Una buona chiusura difensiva in un primo tempo che lo vede arrivare anche al tiro ma senza precisione. Passano i minuti ma non ritrova la scioltezza nel gioco dei tempi migliori anche se nel finale il suo diagonale finisce largo non di molto, 6

PULGAR – Finisce presto tra gli ammoniti ed escluso qualche calcio piazzato manca in precisione nella maggior parte degli appoggi. Svagato, 5

DALBERT – Il primo cross degno di nota arriva solo nei primi minuti del secondo tempo, ma resta un episodio isolato di un'altra prestazione troppo confusionaria, 5

SOTTIL – Manca l'aggancio su un pallone dalla sinistra di Dalbert, poi svaria molto alla ricerca del pallone senza riuscire a incidere e a spingere dalla sua parte, 5

Dal 1'st CHIESA – Anticipato sul più bello da Amrabat su un cross dalla sinistra manca in precisione nei primi appoggi. Con l'ingresso di Vlahovic si ritrova nel ruolo di Lirola poi si sposta anche a sinistra ma la giocata buona diventa l'assist per il pari di Cutrone, 6

KOUAME' – Un tiro dalla lunga distanza dopo 35 minuti e più di una difficoltà nel ruolo di prima punta. Ci riproverà di testa sugli sviluppi di un corner e con un tiro largo, poi va un po' meglio agendo da esterno, 5,5

RIBERY – Qualche sprazzo nella prima frazione e anche se oggi sembra sotto tono pure lui è comunque tra quelli che sbagliano meno. Predica nel vuoto, 6

Dal 1'st CUTRONE – Lirola gli offre un pallone d'oro che di testa, da buonissima posizione, non riesce a deviare in rete. Si rifà con un gol che vale un capitale, 6

IACHINI – Formazione a sorpresa con Sottil e Kouamè titolari nel tridente insieme a Ribery e Igor in difesa al posto di Caceres. Eppure la Fiorentina è la solita dell'ultimo mese, a dir poco involuta, e l'organizzazione di Juric basta al Verona per ritrovarsi in vantaggio all'intervallo sull'asse Amrabat-Faraoni. Inseriti Chiesa e Cutrone a inizio ripresa la sua squadra meriterebbe il rigore per il tocco di Pessina sul colpo di testa di Igor, poi entra anche Vlahovic con arretramento di Chiesa ma le occasioni arrivano solo con Cutrone e Castrovilli e nel finale il Verona potrebbe pure arrotondare. Il gol di Cutrone vale un capitale in ottica Lecce e i quattro attaccanti in campo, nel finale, sono ripagati da un punto che vale oro, 6