MONTELLA, Castrovilli come Antognoni. Ribery...

14.09.2019 17:29 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
© foto di Giacomo Morini
MONTELLA, Castrovilli come Antognoni. Ribery...

L’allenatore della Fiorentina Vincenzo Montella ha parlato nel post partita ai microfoni di Sky Sport: “Sono orgoglioso. La squadra in queste prime tre partite ha fatto due partite e mezzo di altissimo livello. È mancato il gol, dispiace. La squadra ha fatto una grande partita. Anche il tifoso fiorentino e Firenze devono essere orgogliosi oggi. Mancava la ciliegina sulla torta.

Sul 3-5-2: “Non so se continuerò così. Pensavamo ad ultimare il mercato e quattro giocatori sono arrivati quasi a fine. Dateci il tempo di conoscerci. Qualcuno non conosce nemmeno il nome del compagno”.

Sull’età media: “Se facciamo l’esercizio dell’età media oggi eravamo con più esperienza rispetto alle altre due gare”.

Sulle scelte: “Abbiamo lavorato da inizio settimana con questa tattica. Avevamo assente qualche nazionali. L’unica cosa che mi preoccupava erano i tre difensori. Però l’avevamo preparata così. Per un allenatore penso sia meraviglioso che quando si creano le difficoltà, vedere la squadra che reagisce e fornisce una buonissima prestazione”.

Su Ribery: “L’ho visto subito pronto anche contro il Perugia. Avevamo fissato per 60 minuti. Per lui tutte le partite sono uguali, è questa la mentalità del campione. Ci trasmette tanto. Qualche indicazione va data anche lui ma legge molto bene le situazioni”.

Su Castrovilli: “Stravedo per lui. Abbiamo deciso subito di tenerlo e toglierlo dal mercato dopo due allenamenti a Moena. Ad oggi è quello che ha più cambio di passo in Serie A come centrocampista. Se col tempo riesce a fare qualche gol, potremmo dire che potrebbe essere l’erede di Antognoni”.

Su Pedro: “Lasciamolo crescere di condizione”.