JURIC, Voglio parlare col club. Europa il mio sogno

12.05.2021 15:22 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
JURIC, Voglio parlare col club. Europa il mio sogno
FirenzeViola.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Ivan Juric, allenatore dell'Hellas Verona, ha parlato in conferenza stampa prima della partita contro il Crotone, iniziando da eventuali chiarimenti tra lui e il presidente Setti: "Le ultime volte ho sempre risposto che devo parlare col presidente. È giusto trovarci per vedere cosa fare, se sarà un programma triennale, annuale: tutto quello che bisogna fare sul serio. Riguardo alle mie ultime dichiarazioni: sono rimasto così. Io, come l'anno scorso, voglio parlare con la società: in questo momento non l'abbiamo ancora fatto. È passato molto tempo, e il tempo per parlare di questi argomenti c'era. Quella sera eravamo a cena (a Cagliari, ndr) e abbiamo parlato di tutto, sicuramente non di pianificazione".

Cosa la convincerebbe a restare?
"Non sono quello che deve parlare, non funziona così nel calcio. È l'altra parte che parla. Il primo anno era 'non abbiamo possibilità, non possiamo comprare nessuno a parte Rrahmani': ci siamo messi a lavorare con grande chiarezza, l'importante è essere chiari. Io alleno, poi posso dare dei consigli, ma le idee non partono da me. Io poi mi sono creato il film: che con il lavoro, con i miglioramenti, potessimo raggiungere questo grande sogno, che è l'Europa. Oggi è l'anniversario dello Scudetto, il mio sogno era portare l'Hellas in Europa. Sono in grande difficoltà sulle domande sul futuro".

Come le sembra Kalinic?
"Quest'anno abbiamo avuto pochissimo certi giocatori: lui, Veloso, Benassi, Vieira, pezzi che potevano essere importanti. Kalinic ci fa giocare veramente bene, ha fatto un'ottima prestazione (col Torino, ndr)".