ITALIANO (SKY), Festa come ai vecchi tempi. Nico? Il prossimo lo tira e lo segna

26.02.2024 23:10 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
ITALIANO (SKY), Festa come ai vecchi tempi. Nico? Il prossimo lo tira e lo segna
FirenzeViola.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Intervistato ai microfoni di Sky Sport il tecnico della Fiorentina Vincenzo Italiano ha analizzato la vittoria dei viola contro la Lazio. Queste le sue parole: "Oggi una gioia immensa per il ritorno alla vittoria e per la prestazione. In più siamo riusciti a battere una squadra contro cui era tanto nche on riuscivamo a vincere".

Che soddisfazione oggi. 
"In presentazione avevo detto che avevamo preparato qualcosa di diverso a centrocampo. E ha dato tre punti. Tutti si sono sacrificati e hanno spinto forte. Dovevamo rifare quella prestazione in casa e l'abbiamo fatto. Abbiamo avuto la forza di ribaltare la gara. Atteggiamento straordinario. Siamo abituati a delle brutte sorprese. Contro questa squadra non possiamo mai stare tranquilli. Basta una giocata di quelli davanti che ti cambia la gara. Giusto esultare alla fine. Troppo felice per i ragazzi. Li ho visti esultare nello spogliatoio come ai vecchi tempi". 

Ha ritrovato la sua Fiorentina?
"Oggi tanto meglio rispetto ad altre uscite. Oggi molti passi avanti per atteggiamento e intensità. Abbiamo preparato la partita sulla qualità in mezzo con Jack e Arthur e Beltran che veniva a legare il gioco. Non volevamo permettere loro di ripartire. Il nostro obiettivo era tenere la palla e creare occasioni. Oltre a questo ci devi mettere furore e attenzine. Alla fine l'abbiamo vinta per questi ingredienti"

A marzo calendario tosto. Questa formazione può essere riutilizzata?
"Mese molto impegnativo. Abbiamo tante partite importanti. Oggi tanti o tutti si sono guadagnatri molti minuti in futuro perché vederli giocare così è una soddisfazione. In base all'avversario riproporremo anche Duncan e Mandragora. Abbiamo tante soluzioni e questo è un bene per una squadra".

Su Kayode.
"Sono contento perché ha fatto una gara di grande attenzione contro due avversari molto difficili. E' giovane e deve ancora crescere ma quando si applica fa bene. Con questa attenzione ha caratteristiche fisiche da giocatore di alto livello. Deve crescere e maturare. Lavorando e mantenendo i piedi a terra può fare grandi cose". 

Sul rigore di Nico.
"Gli ho chiesto cosa sta succedendo e lui mi ha giurato che il prossimo lo tira e lo segna. Se sbaglia sono cavoli suoi".