ORSI A FV, COL VERONA UN'OCCASIONE PERSA. E SERVE IL VERO CASTROVILLI

20.12.2020 11:00 di Niccolò Santi Twitter:    Vedi letture
ORSI A FV, COL VERONA UN'OCCASIONE PERSA. E SERVE IL VERO CASTROVILLI
© foto di Stefano Principi

Per analizzare al meglio la partita di ieri tra Fiorentina ed Hellas Verona, FirenzeViola.it ha contattato in esclusiva la seconda voce che ha raccontato su Sky Sport la sfida del Franchi e cioè Fernando Orsi

Orsi, in telecronaca avete parlato di una gara "da Serie C degli anni '80". 
"L'ha detto Massara, forse perché ha visto una partita non delle migliori. Tecnicamente è stata una gara in cui la Fiorentina ha provato a fare qualcosa, trovando difficoltà nella difficoltà contro una squadra tosta. Credo che i viola abbiano perso una grande occasione, perché se non cominci a vincere poi ti ritrovi in una mischia molto difficoltosa".

Rispetto al match col Sassuolo, le è sembrato un passo indietro quello dei viola? 
"Intanto hanno giocato contro una squadra diversa, più rognosa. Nel primo tempo la formazione di Prandelli era riuscita a trovare soluzioni, pareva lei il Verona, cioè aggressiva e abile nel recupero palla, con qualche problema nell'ultimo passaggio. Poi alla fine si è visto una Fiorentina che voleva fare, vincere, ma non ricordo parate di Silvestri". 

L'arbitro Fourneau ci ha messo senz'altro del suo, giusto?
"Secondo me ha dato due rigori molto generosi. L'1-1 mi sembra comunque il risultato più giusto. Nel secondo tempo il Verona ha anche fallito qualche occasione importante". 

Della Fiorentina, chi le è piaciuto di più?
"Secondo me Amrabat è stato il migliore: si è mosso tanto a servizio della squadra, ha perso pochi palloni e qualcuno l'ha pure riconquistato. Vlahovic? Mi è piaciuto nel primo tempo, poi Magnani l'ha francobollato nei palloni alti. Quando la palla era a terra ha fatto bene, ma diciamo che poi è andato in difficoltà perché i viola alzavano molto spesso il pallone".

Si aspettava una prestazione diversa da qualcun altro in particolare?
"Dico soltanto che la Fiorentina avrebbe bisogno del miglior Castrovilli, quello dell'anno scorso che spaccava le partite ed era indispensabile. Ora è un po' appannato".