MARANI A FV, Museo del Calcio resti così com'è. Viola? Centrocampo notevole

17.09.2020 11:15 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: a cura di Riccardo Barlacchi
MARANI A FV, Museo del Calcio resti così com'è. Viola? Centrocampo notevole

Il mondo del calcio ha pianto, nella giornata di ieri, Fino Fini. Storico medico della Nazionale Italiana di Calcio campione del mondo nel 1982, nonché ex direttore del Centro Tecnico Federale di Coverciano dal 1967 al 1995 e ideatore del Museo del Calcio, Fino Fini ha vissuto a stretto contatto col mondo calcistico italiano, divenendone un’istituzione. Noi di FirenzeViola.it abbiamo fatto due chiacchiere con Matteo Marani, giornalista di Sky Sport e vice-presidente della Fondazione Museo del Calcio, il quale ci ha anche rilasciato una propria opinione sulla Fiorentina di oggi.

Qual era il suo rapporto con Fini?
"Molto stretto, di amicizia prima che di lavoro e di collaborazione". 

Le sorti del museo del calcio?
"Sinceramente in questo momento non mi interessano. Dipenderà dalla Federazione. Da tempo il Museo ha dovuto scontare l’assenza di Fino, ricoverato da un paio di mesi. La continuità operativa è stata portata avanti da Maurizio Francini (direttore del Museo, ndr) e dal sottoscritto, anche se il mio ruolo si limita alla vice presidenza della Fondazione. Fortunatamente siamo riusciti ad andare avanti nel modo migliore. L’importante è che il Museo resti così com'è e che continui ad essere un punto di riferimento per la storia del calcio".

Non può mancare una domanda sulla Fiorentina. Come vede questo inizio di campionato per i viola?
"La Fiorentina parte dalla classifica con cui si è chiusa, dal nono-decimo posto, subito dietro le 7 più forti, quindi Inter, Juve, Napoli, Roma Lazio, Atalanta e Milan. Per ora sono queste le squadre che mi sembrano più sul pezzo. Questa è la fotografia da cui si riparte e non credo che nel giro di un mese e mezzo possa cambiare tanto. Penso però che i viola abbiano fatto dei buoni acquisti e che si siano rafforzati a centrocampo. In questo reparto la squadra è notevole. Ha sei giocatori per tre ruoli. Anche dal punto di vista dirigenziale il lavoro sta andando molto bene".