F. ODDO A FV, RINO LEADER GIÀ A 20 ANNI, IDEALE PER I GRANDI GIOCATORI. FIRENZE È PERFETTA

02.06.2021 19:32 di Giacomo A. Galassi Twitter:    Vedi letture
F. ODDO A FV, RINO LEADER GIÀ A 20 ANNI, IDEALE PER I GRANDI GIOCATORI. FIRENZE È PERFETTA

"Quando l'ho incontrato io aveva attorno ai 20 anni, quindi più che un grande allenatore ci domandavamo se sarebbe diventato un grande giocatore. Quello lo è diventato se guardiamo tutto quello che ha vinto, come allenatore sta facendo una bella carriera". A dirlo in esclusiva a FirenzeViola.it è Francesco Oddo, ex allenatore di Gattuso alla Salernitana a fine anni '90 e padre dell'ex compagno Campione del Mondo Massimo.

Mister Oddo, come valuta il percorso di Gattuso come allenatore?
"Ha avuto un inizio abbastanza difficile, in campionati buoni e altri un po' meno importanti. Secondo me la svolta è stata quando è diventato allenatore della Primavera del Milan entrando in un'orbita diversa rispetto a come era partito. E i risultati più importanti li ha fatti in questa ultima parte del suo cammino. Probabilmente è un allenatore che si adatta bene alle grandi squadre e ai grandi calciatori. Dev'essere grazie alla personalità: già a 20 anni a Salerno era un trascinatore, della squadra e del pubblico. Da tecnico mostra la stessa tempra".

Aver avuto già tutte queste esperienze può dare una mano al tecnico viola?
"Sicuramente è un vantaggio, bisogna fare sempre un po' di gavetta. Poi può andare bene lo stesso come secondo me è andata a Pirlo, ma aver fatto gavetta ti aiuta a gestire certe situazioni in maniera diversa".

Il rapporto con la piazza di Firenze secondo lei come sarà?
"Io penso che la Fiorentina attrezzerà una squadra ancora migliore rispetto allo scorso anno, che già era buona. Secondo me farà molto bene la Fiorentina. La piazza di Firenze è criticona ma è anche piena di entusiasmo, come quella di Napoli per certi versi. Gattuso va sempre molto d'accordo con il pubblico, riesce a trascinare l'ambiente. Venendo da Napoli ha l'esperienza giusta: non penso che la pressione della piazza sarà un ostacolo a fare buoni risultati, anzi. Sarà uno stimolo a fare ancora meglio".