EX ARBITRI A FV, CON IL VAR QUELLO PER L'ATALANTA È RIGORE. SU ZAPATA...

26.04.2019 13:30 di Alessio Del Lungo   Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
EX ARBITRI A FV, CON IL VAR QUELLO PER L'ATALANTA È RIGORE. SU ZAPATA...

La Fiorentina è uscita battuta per 2-1 nella semifinale di ritorno di Coppa Italia dall'Atalanta. La rimonta dei bergamaschi è iniziata proprio grazie ad un calcio di rigore concesso dal signor Calvarese per un contatto, quantomeno dubbio, tra Ceccherini e Gomez. FirenzeViola.it per capire meglio la direzione di gara del fischietto di Teramo ha contattato, in esclusiva, alcuni ex arbitri di Serie A.

Fabio Baldas: "La decisione di Calvarese di assegnare il penalty ai bergamaschi è corretta. Il contatto c'è stato, così come il silent check di Orsato al VAR: non possono esserci dubbi con la tecnologia. Difficile dire a primo impatto se fosse rigore o meno, ma grazie al VAR avranno fatto la scelta corretta. Se Zapata tocca con la mano in area? Per me vale la stessa cosa di prima. Se è stato verificato dall'addetto al VAR non si può discutere. Il problema è che secondo me deve decidere l'arbitro in mezzo al campo e, casomai, andare a rivederlo in prima persona per togliersi i dubbi. Altrimenti si rischia di giocare alla play station".

Paolo Bertini: "Il contatto tra Ceccherini e Gomez in area di rigore della Fiorentina nella dinamica del calcio che intendo io non è rigore probabilmente. Il calcio è uno sport di contatto e questo può essere interpretato come semplice azione di gioco. Con l'ausilio del VAR questo diventa automaticamente rigore perché comunque un contatto c'è. Ne sono stati dati di più scandalosi, è una decisione che è stata presa perché in questa epoca il VAR sta trasformando il calcio sotto tutti i punti di vista. In fin dei conti comunque il rigore ci può stare. Mano di Zapata in area orobica? Mi sembrava opportuno andarla a rivedere quell'azione anche perché io l'ho vista subito in diretta per come si è mosso il corpo di Zapata. Ci poteva stare il rigore, ne ho visti dare di peggio. Il silent check secondo me in questi casi non basta".

Angelo Bonfrisco: "Il rigore concesso all'Atalanta deriva da un episodio che purtroppo penalizza il difensore che, non toccando la palla, finisce addosso a Gomez in velocità. C'è comunque stato un silent check del VAR e quindi la discussione non esiste. Mano di Zapata in area nel finale? Anche qui è stato dato l'ok a Calvarese da parte di Orsato che era al VAR. Andrebbe comunque rivisto meglio perché non ho la certezza che non fosse punibile specialmente quest'anno che con i falli di mano c'è troppa confusione. I replay mostrati non hanno chiarito l'episodio".