BOSCOLO A FV, GHEZZAL MANCINO DI QUALITÀ, DUNCAN SULLA SCIA DI VLAHOVIC, PEDRO...

03.09.2019 21:00 di Luciana Magistrato   Vedi letture
BOSCOLO A FV, GHEZZAL MANCINO DI QUALITÀ, DUNCAN SULLA SCIA DI VLAHOVIC, PEDRO...

"Due acquisti di qualità e un potenziale crack per chiudere un mercato intelligente fatto dalla Fiorentina". Definisce così i colpi dell'ultimo giorno di mercato della Fiorentina Andrea Boscolo, agente esperto di calcio estero e in particolare di Premier visto che vive e lavora in Inghilterra. 

Partiamo dal più giovane, Bobby Duncan...
"È un 2001 che in Inghilterra è considerato già di livello nel suo piccolo, viene da una stagione importante ed ha fatto bene in Youth League (anche contro il Napoli) e nelle Nazionali di categoria. Quando ho sentito che lasciava il Liverpool ho pensato che chi lo avesse preso avrebbe fatto un buon investimento. Ha forza sulle gambe, attacca lo spazio, bravo di testa, ha la fisicità tipica del calcio inglese. Arriva con buone premesse, un colpo in prospettiva soprattutto alle cifre lette, ma dovrà integrarsi e adattarsi per mostrare il valore mostrato soprattutto a livello giovanile. Tra Primavera e prima squadra può ripetere il percorso fatto fare a Vlahovic, la Fiorentina in questo è brava".

Rachid Ghezzal è da Fiorentina, visto che nel Leicester non ha brillato?
"Ha qualità, è un mancino che ama partire da destra per accentrarsi, bravo nei cross. Il potenziale è altissimo e inserendosi in un reparto dove ci sono giocatori importanti come Chiesa e Ribery dovrà dare il massimo se vuole dimostrare il suo valore. In Inghilterra non è mai facile giocare per un giocatore di qualità, che magari vive di lampi più che di intensità e fisicità per 90 minuti come richiede il calcio inglese. Infatti lui non ha giocato tanti minuti, veniva inserito proprio per dare una scossa e assist ma se sta bene darà un forte contributo".

Lei conosce e apprezza anche il brasiliano Pedro...
"Si, è il tipico crack sudamericano con grande tecnica, cercato anche dal Real prima dell'infortunio. È stato sfortunato nel momento cruciale ma ormai dalle operazioni al crociato se ne esce bene se viene fatto un buon recupero. Pedro resta di primissimo livello e se ripeterà quanto ha fatto vedere in Brasile, alza sicuramente il livello della squadra".

La Fiorentina ha preso molti esterni ed attaccanti, manca qualcosa negli altri reparti?
"I dirigenti viola avranno fatto le loro valutazioni e comunque l'organico finale mi sembra importante. Erano già arrivati infatti Lirola che considero di prima fascia, PULGAR che viene da una stagione importantissima, Badelj che dà la giusta quadratura, Caceres che porta esperienza... E Ribery è la ciliegina sulla torta, perché porta esperienza, qualità e visibilità. Certo ci vuole pazienza perché la Fiorentina ha cambiato tanto e Montella dovrà trovare le giuste alchimia e quadratura ma nel complesso la Fiorentina ha allestito una buona rosa".