BERTONI A FV, GIORNO TRISTE: DIEGO ERA MAGIA, CI SORPRENDEVA SEMPRE

25.11.2020 21:30 di Luciana Magistrato   Vedi letture
BERTONI A FV, GIORNO TRISTE: DIEGO  ERA MAGIA, CI SORPRENDEVA SEMPRE
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

Daniel Bertoni è stato compagno di Diego Armando Maradona - scomparso proprio oggi nella sua città per un arresto respiratorio - nella Nazionale argentina ma anche nel Napoli. Sul cellulare il Puntero ha già messo la foto con il Pibe de Oro e racconta a Firenzeviola.it con la voce commossa: "Qui in Argentina siamo tutti scossi e commossi dalla notizia, non si parla d'altro perché se ne è andato uno dei giocatori più forti del mondo, un'icona del calcio. E' un momento triste per tutti e soprattutto per chi lo ha conosciuto come me. Come giocatore aveva tutto, soprattutto aveva la magia perché ci sorprendeva sempre con le sue giocate, che nessuno si aspettava. Inoltre era una persona umile, anche se si circondò di persone sbagliate. Ma era uno che dava tanto alla gente delle città dove ha giocato, mi ricordo che a Napoli ogni volta in trasferta venivano 10-15 mila persone in trasferta, non si risparmiava".

Che rapporto aveva con lui? "Un buon rapporto, scherzavamo sempre ma sapeva caricarci tantissimo prima delle partite perché ci spronava a vincere, ci diceva che dovevamo essere i migliori, come lui".

Qualche aneddoto che vi riguarda? "Con lui era una lotta a chi tirava le punizioni. Segnammo molto su calcio piazzato nel Napoli e ogni volta metteva il pallone lui o io per tirare, ci dividevamo le zone del campo. Una volta in una partita di Coppa Italia mise lui il pallone ma lo calciai io e feci gol. Tutti mi abbracciarono e anche lui ma poi mi disse 'bravo ma non farlo mai più' (sorride, ndr)".

E in Nazionale? "Lui amava la Nazionale, quando arrivò noi eravamo già dei campioni del mondo, pensavamo di poter vincere ancora con lui e peccato non esserci riusciti insieme ma ha sempre tenuto alla maglia albiceleste" .