ANTOGNONI A FV: "VIOLA, JOVIC È DA RILANCIARE MA TI MANCA UN VERO 10. E SU BAJRAMI..."

06.08.2022 11:00 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
Fonte: a cura di Lorenzo Marucci
ANTOGNONI A FV: "VIOLA, JOVIC È DA RILANCIARE MA TI MANCA UN VERO 10. E SU BAJRAMI..."
FirenzeViola.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Nell'ambito del talk-show "A tu per tu con il pallone" organizzato all'interno del Versilia Football Planet in scena in questi giorni a Camaiore, era presente anche l'ex giocatore e dirigente della Fiorentina Giancarlo Antognoni, che per l'occasione ha ricevuto il riconoscimento “L’Onore del Pontile” realizzato dall’artista Versiliese Matteo Castagnini. Al termine dell'evento, l'Unico 10 ha preso la parola in esclusiva ai microfoni di Firenzeviola.it, facendo anche il punto della situazione sul momento di casa viola. Ecco le sue parole:

Antognoni, che giudizio si sente di dare sulla Fiorentina attuale?
"Positivo in questo momento, con gli acquisti che ha fatto fino ad adesso ha sostituito due pezzi da 90 che se ne erano andati, ovvero Odriozola e Torreira. Ha comprato degli elementi importanti che però vanno visti. Jovic va valutato col tempo e va rilanciato... ultimamente non ha giocato molto sia nel Real che con l'Eintracht. Cabral ed altri giocatori andranno però valutati nel tempo".

La sensazione su Milenkovic, intanto, è che possa rimanere...
"Sarebbe già una buona cosa: fosse andato via lui, la Fiorentina in difesa avrebbe perso un elemento importante. Se rimane, penso che sarà un punto a favore della Fiorentina".

Sulla carta, dunque, i viola sono più forti dell'anno scorso?
"Leggermente, sì. Migliorare l'annata scorsa non sarà facile anche perché ci sono squadre che al pari dei viola si sono rafforzate. I viola come sempre dovranno provare ad inserirsi tra le prime sette squadre e non sarà facile".

Qual è la sua valutazione su Amrabat in posizione di regista e sull'acquisto di Mandragora?
"Rolando lo conosco fin da quando era in Under-21... quando era in azzurro era uno dei giovani più promettenti. I due brutti infortuni che ha avuto lo hanno limitato ma penso possa svolgere bene il ruolo che gli chiede Italiano. Certo, Torreira mi sembrava il più portato a fare il ruolo di regista davanti alla difesa... Amrabat è forte ma non so se a lungo andare potrà sempre ricoprire quelle mansioni. E' sicuramente migliorato, grazie al fatto che gioca più spesso: lui deve avere continuità, sennò non dà il massimo".

Crede che la Fiorentina rischia di portarsi avanti il problema del gol?
"Non lo dico io, lo dicono i numeri. Sostituire alla pari un giocatore che nello scorso girone d'andata ha fatto 17 gol è quasi impossibile. Dovranno aiutare tutti in tal senso, dagli esterni agli altri centravanti. Sottil sta andando bene e può essere un arma in più".

E su Gollini che dice?
"Anche lui va visto all'opera: è giovane ed esuberante... vedremo chi tra lui e Terracciano partirà titolare".

Serve a suo avviso un elemento di qualità in più a centrocampo?
"Credo che Italiano abbia bisogno di un giocatore che quando arriva sulla tre-quarti sia determinante: che faccia gol o almeno fornisca l'assist. E' questo l'elemento che manca alla Fiorentina, un vero numero 10. Un giocatore così serve in qualsiasi squadra. Basti pensare a Dybala e De Ketelaere e a quello che potranno dare a Roma e Milan".

Se Zurkowski dovesse lasciare la Fiorentina potrebbe essere un rimpianto?
"Ha fatto bene a Empoli: è un centrocampista che nella rosa viola ci può stare, ha sostanza ma fa gol. Bajrami è un giocatore che ha più gol nelle corde e se arriva a Firenze sarebbe un affare... ma non so se l'Empoli te lo dà".

In basso, ecco il video con l'intervista completa!

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.
© video di Lorenzo Marucci