AMAURI A FV, Simeone per me è fortissimo. Chiesa...

16.05.2019 19:40 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
AMAURI A FV, Simeone per me è fortissimo. Chiesa...

In carriera ha vestito sia la maglia del Parma - due volte - che quella della Fiorentina, nell'ultima stagione in cui i gigliati ottennero una faticosa salvezza, ossia il 2011/12. Parliamo di Amauri, attaccante italo-brasiliano, intervenuto in diretta e in esclusiva ai microfoni di Garrisca al Vento!, trasmissione di MC Sport che va in onda ogni giovedì, realizzata e curata dalla redazione di FirenzeViola.it.

Chi rischia maggiormente di retrocedere tra Parma e Fiorentina?
"Mi auguro che si salvino entrambe le squadre. Da giocatore che ha vestito tutte e due le maglie è normale augurarsi ciò. Non mi aspettavo questo rendimento dai viola ma neanche dai ducali. Hanno perso troppi punti ultimamente. Sarà una gara delicatissima".

Lei ha già vissuto una lotta per la salvezza in maglia viola...
"Esatto. Non è facile vivere una situazione simile anche perché Firenze ha un'importanza enorme. Ma devi cercare di tirare fuori le ultime energie per salvarti. La cosa positiva è che sei la Fiorentina e quindi devi dare il massimo per centrare il tuo obiettivo".

Come giudica il rendimento di Simeone?
"Non è facile giudicare un altro attaccante. Momenti simili li ho passati anche io e molti altri. Se anche la tua squadra rende male tu fatichi molto a segnare. Lui per me è un grandissimo giocatore che quest'anno ha trovato delle difficoltà. Mi auguro che torni ad essere l'attaccante che tutti conosciamo".

E di Chiesa?
"Secondo me è un giocatore fantastico. Sta facendo una grandissima stagione. Contro il Milan ha fatto cose straordinarie. Non è facile tenere calciatori simili. Il rischio di perderlo ce lo avrai sempre perché è ovvio che possiede gli occhi di grandi club addosso. 100 milioni per il cartellino sono forse troppi ma per comprarlo ne spendono pochi meno. Ha ancora potenziale per crescere".

Lei riscatterebbe Muriel?
"Non è semplice prendere certe decisioni. Lui è arrivato a gennaio e si è presentato benissimo. Il suo rendimento è calato come quello di tutta la squadra. Personalmente mi piace moltissimo ma purtroppo anche lui spesso fatica. Dove ha giocato il colombiano ha sempre avuto prestazioni altalenanti".