PRES. ARCH. FI, Franchi? Progetto interessante. Ora...

29.06.2022 14:31 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
Fonte: dagli inviati Andrea Giannattasio e Luciana Magistrato
PRES. ARCH. FI, Franchi? Progetto interessante. Ora...

Piermatteo Fagnoni, presidente dell'ordine degli architetti di Firenze, è intervenuto prima del convegno "Lo stadio di Pier Luigi Nervi e il Campo di Marte" alla stampa presente, tra cui FirenzeViola.it: "Questo è un convegno che è stato organizzato principalmente per parlare del tema del concorso. Certamente l'esperienza dello stadio di Firenze è virtuosa, in quanto il concorso si è concluso e ha dato degli esiti importanti perché hanno partecipato importantissimi studi mondiali. Questo significa che anche per i non fiorentini si è rivelata una procedura molto importante. L'obiettivo di oggi è creare un dibattito su come noi possiamo ottenere dei risultati che valorizzino le opere, ma soprattutto, ma soprattutto forniscano degli strumenti per utilizzare al meglio i soldi dei cittadini".

Che valutazione dà al progetto vincitore?
"Indubbiamente è una soluzione che non mi aspettavo. Ero presente il 7 marzo, ma non pensavo vincesse questo perché forse era il meno spettacolare, il meno impattante. Oggi, a distanza di tempo, mi rendo conto che è una proposta molto interessante. A mio giudizio i rendering che ho potuto vedere nello studio di fattibilità tecnico-economico si vede le due viste reali di questo stadio, una dal Piazzale Michelangelo e l'altra da Fiesole. Sono questi i punti reali di vista da cui si potrà apprezzare l'impatto che questo stadio ha e che è realmente molto limitato dal punto di vista dell'impatto ambientale sulla città".

Cos'è che le piace di più di questo progetto?
"Mi sembra che l'intuizione sull'area di Campo di Marte, con queste due colline che si alzano e che forniscono questi spazi commerciali, che erano previsti nel bando, sia una soluzione molto interessante. Penso che dovrà essere fatto un lavoro importante soprattutto per Campo di Marte perché lo stadio è l'oggetto eclatante, ma il quartiere è un pezzo di città dentro la città sul quale non possiamo non avere gli occhi aperti perché cambierà il futuro di Firenze: la tramvia, il nuovo parcheggio scambiatore su Via Campo D'Arrigo... Tutto questo avrà un impatto molto forte su Firenze e la sfida è molto importante".