GASPERINI, Spero domani non ci siano polemiche

01.10.2022 14:22 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
GASPERINI, Spero domani non ci siano polemiche
FirenzeViola.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Alla vigilia della partita contro la Fiorentina, il tecnico Gian Piero Gasperini ha presentato in conferenza la partita della sua Atalanta: "Siamo solo all'inizio del campionato ma rimane il valore delle squadre che scenderanno in campo. Con la Fiorentina negli ultimi anni sono state sempre partite fondamentali per conquistare l'Europa, anche questa stagione credo saranno partite significative per raggiungere una competizione europea. La Fiorentina è una squadra che vale, la partita va interpretata nei 90 minuti. Il record di Mondonico? È un grande orgoglio perché raggiungo Mondonico che ho avuto modo di conoscere e di lui ricordo la grande passione che aveva nei confronti dell'Atalanta. È un grande traguardo".

Poi è tornato sulle tante polemiche della scorsa stagione: "Le tre partite dell'anno scorso sono lì da vedere, quello che è successo è evidente. Io non faccio mai lamentele, faccio delle denunce. Domani ci sono arbitri molto importanti sia in campo che al Var (Irrati e Di Bello, ndr). Speriamo che domani non ci siano episodi che alimentino polemiche. Poi la rivalità di obiettivi esiste ma deve essere girato in qualcosa di positivo, non per forza in insulti".

Sugli infortunati: "Djimsiti ha ricominciato a corricchiare ma se ne saprà di più tra 15-20 giorni, Zapata deve fare un esame per sapere se può ricominciare ad allenarsi, Zappacosta si è stirato in amichevole giovedì, Demiral è dalla partita con la Roma che non si allenava e ieri l'ha fatto per la prima volta".

Sulla Fiorentina: "In questo momento è attardata ma è una squadra di sicuro valore. La partita andrà inerpretata tutti i 90 minuti".

Infine, sulla sua squadra dall'atteggiamento meno offensivo rispetto al passato: "Se non prendi gol la difesa ti rende invincibile, ma per vincere devi saper attaccare. E' così da sempre - chiude Gasperini -. Quando non prendo gol sono molto sereno: tre in sette partite sono già una cifra significativa. Una base su cui abbiamo costruito i nostri risultati: ora cercheremo di migliorare le capacità realizzative"