REP. FI, Ritiro al V. Park scelta ok: parla l'esperto

25.11.2022 09:45 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
REP. FI, Ritiro al V. Park scelta ok: parla l'esperto
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

Come riportato da La Repubblica (Firenze), nonostante quasi tutti i big club europei facciano la propria preparazione estiva nel proprio centro sportivo, il Milan a Milanello, la Juventus alla Cotinassa, Inter e Roma rispettivamente a Trigoria e Appiano Gentile, ora che la Fiorentina ha detto addio a Moena la prima domanda che viene da porsi è uanto sia utile allenarsi a Firenze con temperature che in estate si avvicinano ai 40°. A rispondere è Matteo Osti, preparatore atletico del Milan di Pioli ed ex Fiorentina dal 2017 al 2019: "I ritiri in montagna hanno come beneficio il clima. Si lavora a temperature giuste, soprattutto le prime due settimane in cui si chiede più sforzi fisici e anche il riposo è ottimo. Tuttavia negli ultimi anni il lavoro in sede è diventato più idoneo per una serie di motivi, primo fra tutti quello delle strutture. Le attrezzature tipo la palestra sono adatte a ogni programmazione e anche per fisioterapisti e staff medico è molto più semplice seguire un calciatore a casa rispetto che sulle Dolomiti. Non solo, adesso si tende a dare un giorno di riposo in più a fine settimana e se stai a casa i giocatori possono andare con le famiglie, staccando di testa e non spostandosi solo su una baita. La tournée o le amichevoli internazionali a fine ritiro sono poi perfette per convertire la grande mole di lavoro e ricercare la brillantezza. Ecco perché tutti adesso scelgono un ritiro in sede più alcune partite all’estero, per unire al meglio le due fasi della preparazione. Diverso invece sarà quest’inverno dove dovremmo mettere insieme chi rientra dal Mondiale e ha giocato con chi invece è stato fermo tre settimane. Partiremo avvantaggiati dalla conoscenza dei giocatori e dal loro senso di responsabilità".