ITALIANO, È davvero pronto per allenare il Napoli?

09.06.2023 09:18 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
ITALIANO, È davvero pronto per allenare il Napoli?
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca 2023

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport da tempo si parla di Italiano come tra i favoriti alla panchina del Napoli. A Firenze attendono con ansia l’incontro tra lui e i dirigenti club. La città si divide gli elogi e le critiche al tecnico, mentre si vocifera dell’eventuale sostituto: in pole ci sarebbe Alberto Aquilani, che ha portato la Primavera della Fiorentina in finale di categoria. Tra Commisso e De Laurentiis i rapporti sono ottimi, e per questo De Laurentiis farà un passo indietro. Anche se ne era già rimasto ammaliato quando il tecnico con lo Spezia aveva conquistato la A. E gli aveva pure fatto complimenti pubblici dopo la vittoria a Napoli, contro Gattuso. Lo scorso anno, poi, Italiano divenne quasi spauracchio col doppio successo al Maradona tra campionato e Coppa Italia. Con De Laurentiis non è buona cosa dare tutto per scontato e Italiano risponde perfettamente al suo identikit per il successore di Luciano Spalletti. Cioè un cultore del 4-3-3 per proseguire il percorso tecnico con questa squadra, con cui il presidente è sicuro di avere aperto un ciclo.

Italiano ha un contratto per un altro anno con possibilità di rinnovo. Senza clausola. Dunque, visto i rapporti tra i presidenti, dipenderà tutto da lui. Se chiederà di andare via, probabilmente sarà accontentato. Ma l’altro tema è: è pronto per il grande salto, è il profilo giusto per Napoli? Tatticamente e tecnicamente sì, pochi dubbi. Il 4-3-3 è sempre stato il suo dogma, la Fiorentina per tanti versi assomiglia alla squadra che ha vinto lo scudetto: pressing alto, possesso e l’idea di comandare sempre la partita. Dunque Italiano non farebbe fatica a riproporre quel gioco, anzi ritroverebbe in Lobotka quel regista che gli è mancato con la partenza di Torreira. L’unica pecca tecnico è quel vizietto di prendere gol nelle ripartenze, di farsi trovare sbilanciato nelle palle scoperte.