PRIMA LE CESSIONI POI...

04.01.2011 00:00 di  Enrico Mocenni   vedi letture
PRIMA LE CESSIONI POI...
FirenzeViola.it
© foto di Giacomo Morini

Con l'apertura del mercato in casa Fiorentina sembra essersi scoperchiato una sorta di vaso di Pandora dal quale sono fuoriuscite ancora con maggior vigore notizie di mercato preoccupanti. Nell'ordine quelle relative al passaggio di Gilardino alla Juventus, se non a gennaio a giugno, il possibile trasferimento di Montolivo in estate all'Inter e 'dulcis in fundo' l'ormai ridondante voce sul probabile addio di Adrian Mutu alla maglia viola, nella migliore delle ipotesi, al termine della stagione. Notizie che certo non possono che mettere in allarme il popolo viola visto e considerato la condizione precaria di classifica e la pochezza di gioco vista fino ad ora in campionato. Di contro, invece, non sembra muoversi molto sotto il profilo dei possibili nuovi arrivi. Benchè le parole di ADV pochi giorni prima di Natale fossero state chiare e perentorie  "Gilardino alla Juve è fantascienza e in gennaio faremo due o tre colpi di mercato", la situazione attuale sembra non corrispondere alla volontà della dirigenza gigliata. Segnali in tal senso si erano avuti dallo stesso Corvino, che pochi giorni dopo le suddette dichiarazioni aveva prontamente tarato al ribasso il mirino viola in vista dell'allora imminente sessione di mercato invernale, definendo "difficile" migliorare l'attuale rosa viola.
Ora che il mercato è entrato nel mese caliente, la Fiorentina dovrà necessariamente correre ai ripari e Corvino, dopo le deludenti operazioni dello scorso gennaio e giugno, avrà il compito arduo di dare un senso al verbo dirigenziale. Nel frattempo la Fiorentina ha messo in moto la macchina delle cessioni. Il primo a lasciare Firenze è stato Papa Waigo, girato in prestito al Grosseto per fare un po' di movimento e riprendersi dal torpore accusato nell'ultimo anno passato sulle tribune del "Franchi". Il prossimo partente in ordine ordine cronologico potrebbe essere Bolatti.

L'offerta del Saragozza esiste e i tre milioni messi sul piatto dal club bianco-blu d'Aragona potrebbero fare comodo e non poco alle casse della Fiorentina. Difficile ma quantomai profiqua potrebbe essere poi la cessione di Felipe allo Zenith di Spalletti. Il club russo sembra essere l'unico in grado di far fronte alla necessità della Fiorentina di risarcire in parte lo sforzo economico (9 mln) fatto lo scorso gennaio per prelevare il difensore brasiliano dall'Udinese. Al momento dei 6 mln apparentemente offerti non se ne trova traccia, ma non è escluso che possa esserci un ritorno di fiamma nelle prossime settimane. Questo in sostanza il panorama delle possibili cessioni della Fiorentina nelle prossime settimane. Operazioni che se trovassero conferma potrebbero dare linfa vitale ad un mercato in entrata, che, almeno fino a questo momento, non pare essere rintracciabile. Attendiamo fiduciosi...