KEEP CALM E RIPRENDIAMO IL NOSTRO POSTO

27.06.2019 00:00 di Sonia Anichini   Vedi letture
KEEP CALM E RIPRENDIAMO IL NOSTRO POSTO

“Ma unn’è un po’ troppo…?” domanda lasciata in sospeso e che mi è stata posta da alcuni tifosi, forse meno entusiasti di me, nei confronti di Rocco Commisso. Ho chiesto cosa intendessero con quel “troppo” e mi hanno risposto troppo entusiasta, troppo amichevole, troppo piacione. Devo confessare che li ho mandati garbatamente a quel paese, o meglio gli ho consigliato un giro a Casette d’Ete se hanno nostalgia del magone e della tristezza che lor signori ci provocavano. Va bene non essere mai contenti, va bene che i fiorentini son polemici per natura ma viva Rocco e tutta la sua voglia di immergersi in Firenze e nelle sue realtà che passano dal Calcio Storico, dal Meyer ai Canottieri, oltre agli incontri istituzionali. Probabilmente gli scettici avrebbero voluto che fosse dotato anche di poteri magici e in una settimana avesse fatto una squadra eccellente e venduto o parcheggiato altrove le zavorre lasciate da Corvino.

Molti di questi sono coloro che gli anni addietro dicevano di aspettare la fine del mercato per giudicare, mentre adesso hanno fretta. E’ chiaro che la curiosità ce l’abbiamo tutti, che siamo in attesa di sapere come andrà la questione Chiesa, che pareva blindata ma che non si sa mai, che siamo stuzzicati dalle varie ipotesi sui futuri calciatori viola ma personalmente non mi faccio prendere dalla frenesia e sono felice che si torni a parlare di calcio e di prospettive. Non chiedo per ora la luna, perché non ci sono i presupposti e il prossimo lo considero veramente un anno di transizione, ma sono convinta che la nuova proprietà ci e si toglierà delle grandi soddisfazioni. Keep calm, direbbe il presidente italoamericano.

Ci sono ancora ruoli da definire, il maggiore potere da dare ad Antognoni e mi dispiace che si sia bloccata, per ora, la trattativa con Batistuta. Adoro l’idea di rivederlo nella Fiorentina ma spero che l’argentino non si sia impuntato su mansioni che non gli possono competere o sull’ingaggio perché mi rovinerebbe il bel quadretto di avere i miei miti ai vertici della società. Bati ha dato tanto alla nostra squadra, ma ha anche avuto tanto…non ultima la festa per i suoi 50 anni! Credo che si siano ancora i margini per questo rientro e la garanzia è il desiderio di Commisso di volerlo nel suo team.

Tra i ruoli più importanti c’è quello del tifoso e ieri è partita la nuova campagna abbonamenti e io ho già provveduto al rinnovo. Può interessarvi fino ad un certo punto, ma ero solita fare l’abbonamento alla fine di luglio e gli ultimi anni con ben poco ardore ma, per la gioia e la fiducia che ripongo nella nuova dirigenza, ho voluto rispondere prontamente al motto “Riprendiamo il nostro posto” che pubblicizza la nuova campagna abbonamenti . Lo spot è basato su concetti (passione, cuore, orgoglio, amore di Firenze, colori, maglia) che stavamo perdendo e sono certa che siano stati rispolverati da molte persone che avevano abbandonato il Franchi e che torneranno sui gradoni a tifare viola. Sono convinta che saremo in tanti e di nuovo con un grande impeto per spingere la nostra squadra verso il posto che si merita…che non è certo il sedicesimo ma, spero, nemmeno il settimo!

La Signora in viola