DUE PRESENTAZIONI CONVINCENTI

12.09.2021 15:00 di Dimitri Conti Twitter:    vedi letture
DUE PRESENTAZIONI CONVINCENTI

Uno da titolare, l'altro quasi visto che Venuti ha dovuto lasciare presto il campo per via della lussazione alla spalla: ieri sera è stato tempo dei primi minuti ufficiali con la maglia della Fiorentina per Lucas Torreira, che ha iniziato subito da titolare, da una parte e Alvaro Odriozola, che invece è subentrato ma di fatto ha raccolto gli stessi minuti dell'uruguayano.

Il nuovo mediano di Italiano ha giocato una partita all'insegna di un lavoro tanto oscuro quanto prezioso e la prova si è avuta quando è venuto a mancare: al momento dell'ingresso di Amrabat, nonostante il marocchino possa dire di aver offerto un contributo sufficiente, sono sparite le letture preventive, il filtro anti-trequartisti e la durezza negli interventi garantiti da Torreira. Tempo di inserirsi al meglio negli schemi, difensivi e non solo, del tecnico e il suo apporto rischia di diventare fondamentale.

La partita di Odriozola, invece, è iniziata al minuto 25. Uscito per infortunio Venuti, è toccato al basco entrare e anche in fretta e furia. Il terzino si è presentato bene, intercettando subito un tentativo di assist con il tacco di Zapata e fermando poi qualche istante più tardi ancora il colombiano grazie ad un tackle in scivolata perfetto nel tempismo. Dal momento dell'ingresso di Gosens qualche noia in più, ma nel complesso ha tenuto. La sua arma migliore, la velocità, si è vista in qualche allungo: normale però che manchi ancora un po' di benzina nelle gambe... Tempo al tempo.

Sia lui che Torreira, gli ultimi due arrivati in casa viola, per il momento possono accontentarsi di due buone prove al debutto: per entrambi quella di Bergamo è una presentazione convincente, un po' come le location in centro città - stavolta intendiamo Firenze... - scelte dalla società viola per farli conoscere al loro nuovo popolo, fremente di poterli apprezzare appieno.